I 6 oggetti di cui non si poteva fare a meno vent'anni fa

Vent'anni fa sembravano insostituibili. Adesso, invece, facciamo perfino fatica a ricordarceli... Ecco la lista!

Ecco 6 cose che sono diventate obsolete negli ultimi 20 anni

Effetto nostalgia... Vent'anni fa alcuni oggetti erano così parte del nostro quotidiano da sembrare insostituibili. Oggi invece facciamo quasi fatica a ricordarcene. La tecnologia li ha cancellati, facendo nascere nuovi bisogni e nuove abitudini.

Ecco alcuni tra i principali oggetti finiti in disuso negli ultimi vent'anni.

1. Floppy Disk
Una prima versione di floppy disk da 8 pollici risale al 1967. Poi con il primo PC IBM nel 1981 arrivò il floppy da 5,25 pollici e poi quello più noto da 3,5 pollici, che conteneva 1,44 MB. Un tempo non era difficile imbattersi in programmi suddivisi su una dozzina di floppy e questo tipo di supporto ha resistito per ben due decenni. Ma la tecnologia è andata avanti e con l'aumento della dimensione dei software e la nascita delle prime unità flash USB il caro vecchio floppy è diventato ben presto obsoleto.

2. Laboratori di sviluppo foto in 1 ora
Se negli anni Settanta la stampa delle foto veniva affidata a negozi specializzati che impiegavano anche una settimana per elaborare le immagini, negli anni Ottanta e Novanta cominciarono a diffondersi centinaia di laboratori di sviluppo foto in un'ora. Ma con l'avvento delle fotocamere digitali questa esigenza è svanita in breve tempo e il servizio di questi laboratori è diventato obsoleto, determinandone la sparizione.

3. Proiettori dall'alto
Per quasi 50 anni il proiettore da soffitto è stato utilizzato nelle scuole e negli uffici, per proiettare sulle pareti o su uno schermo le immagini stampate (o scritte dal docente) su fogli trasparenti. A partire dagli anni 2000, con l'avvento di lavagne interattive, presentazioni PowerPoint e altre tecnologie, questi dispositivi sono stati messi da parte.

4. Videoregistratori
Dal 1977 il debutto dei VHS ha introdotto nelle case la possibilità di vedere un film su richiesta o, addirittura, di poterne registrare uno in onda per poterlo rivedere in un momento successivo. Il loro uso si è poi consolidato negli anni Ottanta e Novanta e in quegli anni si diffusero anche i negozi di videonoleggio. Con l'avvento dei DVD nel 1997 e delle successive tecnologie, però, cassette e videoregistratori sono lentamente caduti in disuso.

5. Mappe stradali
Un tempo era impensabile fare un viaggio in auto senza una mappa stradale. Alcune aziende le producevano per le compagnie di carburante che le davano in omaggio nelle stazioni di servizio ai propri clienti. Ma a partire dagli anni Novanta, con l'avvento di siti come MapQuest e poi con i navigatori Gps (poi integrati anche negli smartphone) le mappe stradali sono diventate sempre più rare.

6. Cabine telefoniche
Un tempo bastava camminare lungo una qualsiasi strada cittadina per imbattersi in una cabina telefonica. Oggi i telefoni pubblici a pagamento sono letteralmente decimati. Ormai, quasi tutti hanno un telefono sempre con sé!

(Credits photo: Getty)

Webradio

RMC Hits
 
RMC Italia
 
RMC VIP Lounge
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Monte Carlo R&B
 
RMC Love Songs
 
RMC Great Artists
 
RMC 80
 
RMC 90
 
RMC Marine
 
RMC Cool
 
RMC New Classics
 
Radio Monte Carlo Acoustic
 
Radio Monte Carlo Voyage Voyage
 
Radio Monte Carlo Disco Funk
 
Romantic Rock
 
RUNNING RADIO
 
RMC Party
 
GYM RADIO
 
rmc
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Giorgia
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Bau & Co
 

Radio Monte Carlo sempre con te

Disponibile su