John Belushi: ricordo dell'irresistibile Blues Brother

L'attore ci lasciava il 5 marzo 1982, dopo aver interpretato classici come "Animal House" e The Blues Brothers". Di cui vi sveliamo 7 curiosità

John Belushi: ricordo dell'irresistibile Blues Brother

Il 5 marzo 1982 scompariva  a Los Angeles l'attore, comico e cantante John Belushi. Una vera forza della natura, incredibilmente creativo e al tempo stesso autodistruttivo, lanciato dal celebre show televisivo Saturday Night Live. La sua carriera fu brillante e fulminea come quella di una stella cometa. Di lui ci rimangono otto film , tra cui spiccano senz'altro due diretti da John Landis: Animal House (1978) e The Blues Brothers (1980), nel quale Belushi recita accanto al grande amico Dan Aykroyd.

Ecco 7 curiosità su "The Blues Brothers" 

1- The Black Hole
Durante le riprese del film John Belushi era stato soprannominato anche “The Black Hole" (il buco nero), perché continuava a perdere ripetutamente gli occhiali da sole. Dopo ogni scena, li perdeva, così che era necessario procurargliene un nuovo paio.

2- Le tre ore di film

Il film era in origine lungo circa 3 ore.

3- Le auto distrutte

A lungo il film ha detenuto il record mondiale per il numero di auto distrutte durante le riprese: ben 103. 60 auto della polizia (acquistate a 400 dollari ciascuna) furono usate per l'inseguimento finale. Il record del film fu infine battuto da "Blues Brothers 2000", che di auto ne distrusse 104.

4 - I problemi con gli artisti

Molti grandi cantanti presenti nel film non erano in grado di sincronizzare il loro labiale con le canzoni già registrate, così che James Brown cantò davvero la canzone "The Old Landmark" dal vivo, durante le riprese, mentre il coro muoveva la labbra in sincrono. Per "Think" di Aretha Franklin si montarono invece numerose riprese, per avere una sincronizzazione labiale perfetta.

5 - La presenza di Aretha Franklin

Inizialmente la casa di produzione non voleva Aretha Franklin nel film. Al suo posto avrebbe preferito la band dei Rose Royce. Fu Dan Aykroyd a volere fermamente la Franklin e allora la casa di produzione si impegnò con tutte le forze perché la cantante ottenesse una candidatura all’Oscar. "The Blues Brother" rilanciò effettivamente la carriera di Aretha.

6 - I fan al concerto e l'incidente dello skateboard

Il pubblico presente al concerto dei Blues Brothers, nella Sala Grande del Palace Hotel,  era costituito dai fan. Annunci radio reclutarono tutti i volontari, che furono anche ricompensati con 100 dollari ciascuno. Belushi rischiò però di far fallire le riprese: chiese in prestito uno skateboard a un ragazzino nei pressi del Palace Hotel e si fratturò un polso. Per girare le scene del concerto furono così necessarie dosi massicce di antidolorifici.

7 -  Le proiezioni in Australia

Durante tutti gli Anni Ottanta e Novanta il cinema Valhalla di Melbourne ha proiettato tutti i venerdì "The Blues Brothers" davanti a 400 fan estasiati. £0 attori sul palco ricreavano le scene del film proiettato alle loro spalle.

(foto Getty Images)
 

 

 



Webradio

RMC Hits
 
RMC Italia
 
RMC VIP Lounge
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Monte Carlo R&B
 
RMC Love Songs
 
RMC Great Artists
 
RMC 80
 
RMC 90
 
RMC Marine
 
RMC Cool
 
RMC New Classics
 
Radio Monte Carlo Acoustic
 
Radio Monte Carlo Voyage Voyage
 
Radio Monte Carlo Disco Funk
 
Romantic Rock
 
RUNNING RADIO
 
RMC Party
 
GYM RADIO
 
rmc
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Giorgia
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Bau & Co
 

Radio Monte Carlo sempre con te

Disponibile su