The Floating Piers: diventa un film la celebre installazione sul Lago d'Iseo

Nel 2016, conquistò il mondo l'installazione dell'artista Christo, che trasformò il Lago d'Iseo in una passerella galleggianti color arancio. Ora quell'esperienza diventa un film

Passeggiare sull'acqua, in uno scenario meraviglioso: era stata questa l'ispirazione di una delle opere d'arte contemporanea più apprezzata degli ultimi anni, quel "The Floating Piers" installato nel 2016 sul Lago d'Iseo dell'artista bulgaro Christo Yavachev.

Una passerella dal brillante color arancione aveva permesso a oltre un milione e mezzo di visitatori in due settimane di camminare placidamente sulle acque, facendo di "The Floating Piers" la più bella opera di Land Art dell'anno. L'artista Christo aveva già realizzato opere imponenti, come "The Wrapped Reichstag" Building a Berlino, "The Umbrellas in California" e Giappone, "The Wrapped Coast" in Australia e "The Pont Neuf" a Parigi. Ma "The Floating Piers" aveva letteralmente entusiasmato il pubblico.

Adesso la storia dell'installazione diventa un film, diretto dal regista Andrey Paounov, in sala dal 16 al 19 giugno. Le immagini fanno scoprire anche l'incredibile lavoro dietro l'opera, dalle 250 ancore necessarie per stendere le passerelle al tessuto portato in elicottero per ricoprirne la superficie, tra sfide ingegneristiche e problemi burocratici.

 

Now on air