James Dean, il ragazzo ribelle che ha conquistato il mondo

Ripercorriamo la storia dell'attore americano che oggi avrebbe compiuto 88 anni.

James Dean, il ragazzo senza paura, con la sigaretta in bocca e con l’aria tenebrosa: questo era l'attore ribelle che per anni ha fatto innamorare tantissime fan in tutto il mondo e che verrà sempre ricordato come il simbolo della giovinezza e dell’invincibilità. Il 30 settembre 1955 ci ha lasciato a soli 24 anni per un incidente stradale e la prematura scomparsa ha aumentato il suo mito, proprio come successe per altre star hollywoodiane come ad esempio Marilyn Monroe.

L'attore nacque l'8 febbraio 1931, esattamente 88 anni fa e il suo passato fu molto turbolento: si trasferì dal padre dopo la morte della madre ma la convivenza non durò a lungo. Per vari problemi con il genitore e la matrigna, James se ne andò di casa in giovane età dimostrando anche in famiglia di avere un carattere ribelle. Questo spirito selvaggio fece cadere l’attenzione su di lui da parte di diversi registi dell’epoca come Elia Kazan. Il regista americano ha scritturato James Dean per il film “La valle dell’Eden”, l’unica pellicola uscita prima della scomparsa dell’attore. In questo lungometraggio il giovane venne affiancato da Paul Newman con cui fece un provino:

Ma il film che tutti ricordano con James Dean è sicuramente “Gioventù Bruciata”, ispirato dal libro “Ribelle senza causa: analisi di uno psicopatico criminale” scritto dallo psichiatra Robert Lidner. La grandissima capacità di improvvisazione di James Dean era nota e la scena iniziale della pellicola fu ideata interamente dall’attore dopo oltre 20 ore di riprese non stop. Gioventù Bruciata, oltre ad essere uno dei cult del cinema, è uno dei film “maledetti”: i 3 protagonisti Dean, Sal Mineo e Natalie Wood morirono tutti in strane circostanze.

Il ricordo del ragazzo ribelle James Dean è tuttora presente soprattutto sui social, dove tantissime persone postano immagini su Instagram con l’hashtag #JamesDean.

Now on air