Shining: 3 curiosità sul film di Stanley Kubrick

Credete di sapere tutto della pellicola basata sul romanzo di Stephen King? Ecco alcune curiosità da non perdere

Tutti ricordiamo Stanley Kubrick come il regista che ha fatto tremare intere generazioni con il suo “Shining”, film thriller-horror uscito nel 1980. La pellicola ha fatto la storia del cinema grazie a un cast eccezionale composto da Jack Nicholson e Shelley Duvall insieme ad un giovanissimo Danny Lloyd che all’epoca aveva solamente 5 anni. Il film è stato tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King.

Sono passati molti anni e le leggende sulla pellicola sono numerose, le conoscete tutte? Di seguito vi sveliamo le 3 curiosità più interessanti del film diretto da Stanley Kubrick.

-          Il peggior film di Kubrick?

"Shining" è passato alla storia sia come film culto, ma anche come l’unica pellicola di Kubrick a non ricevere nessuna candidatura ai Golden Globes e agli Oscar. La pellicola è stata invece nominata a due Razzie Awards, ovvero i premi per i peggiori lungometraggi della stagione. Shelley Duvall (Wendy) fu candidata come “peggior attrice protagonista” mentre Stanley fu nominato come “peggior regista”.

-          Danny non aveva idea di essere in un film horror

Danny Llyod aveva appena 5 anni quando fu scritturato per interpretare Danny Torrance e Kubrick decise di non informarlo che stavano girando un horror. Ci sono diversi esempi che dimostrano come l’intera troupe ha cercato di evitare a Llyod le scene terrificanti; Shelley Duvall per esempio ha utilizzato un manichino a grandezza naturale per l'inquadratura in cui corre con Danny in braccio. Lloyd ha visto "Shining" per intero solo all’età di 16 anni e ha dichiarato di non esserne rimasto impressionato visto che aveva vissuto in prima persona il racconto del film dietro le quinte.

-          Il mattino ha l’oro in bocca

La famosa frase che viene scritta ossessivamente da Jack Torrance cambia significato in ogni lingua, per adattarsi ai modi di dire nei vari paesi: “all work and no play makes Jack a dull boy” ("troppo lavoro e niente svago fanno di Jack un ragazzo noioso") è l’originale, ma in italiano è stato tradotto con “Il mattino ha l’oro in bocca”; in tedesco è “Non rimandare a domani quel che puoi fare oggi”; in spagnolo “L’alba non arriverà prima, per quanto ci si svegli presto”. Questi cambiamenti furono voluti da Kubrick in persona.

Now on air