Mirrors of the magic muse

In mostra a Monte Carlo le più belle fotografie dalla Collezione di Amedeo M.Turello

Mirrors of the magic muse

In mostra a Monte Carlo le più belle fotografie dalla Collezione di Amedeo M.Turello
Amber Gray - The Divine Spirit

Un memorabile omaggio alla donna e all'arte della fotografia: è questo il prezioso leit motiv della mostra Mirrors of the Magic Muse, in programma dal 5 al 28 febbraio 2010, presso lo spazio espositivo Salle du quai Antoine Ier a Monaco.

L'esposizione raccoglie alcune delle immagini più significative della collezione di Amedeo M.Turello, poliedrico artista capace di spaziare dalla fotografia di moda alla consulenza d'immagine per numerosi marchi internazionali, dal ritratto all'art direction di progetti editoriali, passando per l'insegnamento in workshop fotografici di rilevanza internazionale e presso l'Academy of Art University di San Francisco.

La mostra Mirrors of the Magic Muse ce lo fa conoscere in veste di esperto e collezionista di foto dedicate a celebrare la bellezza e il fascino della donna. La raccolta di Amedeo M.Turello comprende oltre 1500 foto, selezionate per la loro potenza espressiva e la loro forza estetica e narrativa. La Mostra ci consente di ammirarne 300, per un viaggio emozionante all'insegna della bellezza nella storia.

Si parte infatti dagli albori della fotografia per giungere fino ai giorni nostri, in una vivida carrellata di scatti che presentano donne originali, fiere, lontane da ogni cliché. Gli amanti della fotografia riconosceranno visitando la mostra opere di nomi che hanno fatto grande l'arte della fotografia, dai primi maestri come Man Ray e Alfred Stieglitz ai grandi classici di Robert Doisneau, Jacques-Henri Lartigue, Henri Cartier-Bresson, Cecil Beaton, Elliott Erwitt, Robert Mapplethorpe, Helmut Newton, Herb Ritts.

Non mancano naturalmente i contemporanei, tra cui Sante D'Orazio e Jean-Baptiste Mondino e i giovani della nuova generazione americana. Molti i nomi, e grande la suggestione del percorso espositivo. Che, per dirla con le parole dello stesso Turello

«è una collezione nata per essere vista: il suo forte eclettismo e la facilità di comprensione del mezzo fotografico colpiscono il grande pubblico. Inoltre ogni aquisizione è stata fatta con scrupolosa attenzione per completare un periodo storico, per illustrare una visione particolare o per cogliere uno stato d'animo»


Dal 5 al 28 Febbraio 2010

Salle du quai Antoine Ier, 4 quai Antoine Ier Monte Carlo

Aperto dal martedì alla domenica dalle 13 alle 19, chiuso il lunedì

Ingresso libero

Now on air