Avventure sotto l'albero.

Assassin’s Creed Syndicate: una storia da vivere.

Assassin's Creed Syndacate

Assassin's Creed Syndacate

Voglio consigliare a chi si cimenta con il mondo dei videogiochi per la prima volta il fascino di un titolo assolutamente imperdibile: Assassin’s Creed Syndicate (Xbox One, Play Station 4 e Windows).

Un gioco che è un romanzo. C’è molto infatti da leggere e anche se i giocatori più “frettolosi” non perderanno tempo a scorrere tutti i contenuti scritti che si trovano durante lo svolgersi del gioco, quelli più attenti non si vorranno perdere i frammenti di storia sparpagliati in giro per la città.

In Assassin’s Creed Syndicate imparerete a conoscere la Londra Vittoriana (e un pochino anche quella di Winston Churchil durante la Seconda Guerra Mondiale) con tutti i suoi pregi e i suoi (molti) difetti.

Dai bambini costretti a lavorare, alle forti differenze di classe. Imparerete a conoscere la storia di Londra e dei suoi magnifici monumenti. Incontrerete Charles Darwin, Charles Dickens, Alexander Graham Bell e addirittura Karl Marx. Ognuno vi aiuterà nella vostra impresa: liberare Londra dal potere di Crawford Starrick, un Templare che sta per impadronirsi della città.

Per farlo dovrete costituire una gang, combattere, spiare, rubare e cercare di avere la meglio su chi vi vuole morto a tutti i costi.

La bellezza del gioco sta nella cura dei dettagli, dall’impressione che avrete di essere veramente all’interno della città di Londra.

I creatori di Ubisoft sono riusciti davvero nell’impresa, tanto da spingere la professoressa Francesca Orestano (cattedra in letteratura inglese all’Università degli Studi di Milano) ad appassionarsi del titolo e a parlarne in una lezione aperta a studenti e giornalisti.

Assassin’s Creed Syndicate è un’avventura che vi sorprenderà sotto molti aspetti e che se avrete voglia di approfondire vi arricchirà sotto molti punti di vista.

Giocare per credere.

Stefano Gallarini

Stefano Gallarini

Per cinque anni copywriter alla RSCG, l'agenzia pubblicitaria che in Italia aveva come Direttore Creativo Marco Mignani, il creatore di “Milano da Bere”, è diventato poi direttore e ideatore delle testate più importanti del mondo dei videogiochi come ZZap! e The Games Machine.

Grande appassionato di tecnologia, illusionismo e musica, è stato il primo giornalista/conduttore italiano a portare i videogiochi e il mondo dei social in radio e in televisione.
Scrive e conduce per Italia 7 e Odeon TV “USA Today”, un programma dove si parla di sport, cinema e videogiochi e nel 1992 approda a Italia Uno come conduttore e autore di Unomania ai quali seguono Mitico!, Smile, Village, Planet e Fuego. Proprio Planet e Village ricevono rispettivamente una menzione speciale del Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi e il Premio "Penne Pulite".
Passa poi al canale satellitare MT Channel dove scrive e conduce due trasmissioni; una sui videogiochi, Gamet e una sulla tecnologia, E-Side.

Dal 2014 è conduttore su Radio Monte Carlo, forte di una consolidata esperienza maturata nel corso del suo cammino radiofonico, e che lo ha visto anche protagonista nel ruolo di autore di format e giochi per varie emittenti.

Webradio

RMC VIP Lounge
 
RMC Hits
 
RMC Italia
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Great Artists
 
RMC Love Songs
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC 80
 
RMC 90
 
Radio Monte Carlo Disco Funk
 
Romantic Rock
 
RMC Cool
 
RMC New Classics
 
Radio Monte Carlo Voyage Voyage
 
RMC Marine
 
Radio Monte Carlo Acoustic
 
RMC Lady
 
RMC Next
 

Radio Monte Carlo sempre con te

Disponibile su