Gerard Depardieu dà l'addio ai fornelli

Gerard Depardieu dà l'addio ai fornelli

Dopo la vendita del suo ristorante parigino, Depardieu ne mette all'asta tutto il contenuto, Vini preziosi compresi. Ma perché?

Gerard Depardieu ha deciso di mettere all'asta l'intero contenuto del suo celebre ristorante di Parigi, La Fontaine Gaillon. Il locale, che si era guadagnato due stelle Michelin, era assai rinomato, ma era stato chiuso nel giugno di quest'anno. Adesso arriva la decisione del celebre attore, oltre 180 film in tanti anni di carriera, di vendere all'asta tutto quello che vi era racchiuso. I pezzi più appetitosi, è il caso di dirlo, sono i pregiati vini della cantina: bottiglie il cui valore arriva fino a 6.000 euro l'una, tra  cui Chateau Latour, Haut-Brion, Saint-Emilion, Cote-Rotie e Mersault. All'asta anche le stoviglie, i tavoli, le tovaglie, le poltrone e le sedie in velluto rosso del ristorante, che era stato inaugurato nel 2003.

Le specialità del locale erano il carpaccio di spigola e il "pavé" di salmone con fonduta di spinaci, per un prezzo medio di circa 90 euro.

Secondo alcune indiscrezioni, Depardieu starebbe vendendo in questo periodo anche le sue altre attività gastronomiche parigine: una pescheria e una drogheria di lusso. Un amico dell'attore  ha rivelato che «l'avventura è arrivata alla sua fine». E se invece Depardieu avesse deciso di trasferire le sue attività in Russia, come aveva annunciato qualche tempo fa?

Visualizza questo post su Instagram

너무 좋았던 저녁:) 지나가다가 외관이 예뻐서 검색하고 예약해서 간 레스토랑인데 매우 매우 만족이에요! 정말 친절하고, 음식도 맛있고 분위기도 좋아요 #레티첼라민지맛집 #La Fontaine Gaillon #파리맛집

Un post condiviso da @ reticella in data:

Visualizza questo post su Instagram

#DEPARDIEU « Les ventes aux enchères des meubles de grands hôtels et de restaurants étoilés attirent toujours beaucoup de public : des amateurs venus acquérir un souvenir d’une adresse mythique, des professionnels souhaitant renouveler leurs équipements ou de simples curieux, expliquent Maîtres David Nordmann et Xavier Dominique qui avaient orchestré la dispersion en 2013 des mobiliers du restaurant « Kong », entièrement décoré par Philippe Starck. Pour son cadre pittoresque, son histoire étonnante et la personnalité attachante de Gérard Depardieu, la vente des biens du « Fontaine Gaillon » devrait susciter un intérêt certain de la part des Parisiens et pourquoi pas des touristes présents dans la capitale le 11 juillet ! » #gerardepardieu #fontainegaillon #lafontainegaillon #auction #adernordmann #adernordmannauction

Un post condiviso da ADER Nordmann & Dominique (@adernordmann) in data:

Now on air