Ellen Pompeo. Il set di Grey's Anatomy era un incubo e Patrick Dempsey...

Ellen Pompeo. Il set di Grey's Anatomy era un incubo e Patrick Dempsey...

Le rivelazioni dell'attrice sulla vita sul set della serie che l'ha resa celebre e sul collega co-protagonista.

Il suo personaggio, Meredith Grey, è sempre stato centrale, eppure sul set di Grey's Anatomy la vita per Ellen Pompeo è stata tutt'altro che facile, soprattutto nei primi tempi.

Lo rivela in un'intervista la stessa Pompeo, che racconta come la lunga permanenza sul set della serie che l'ha resa celebre, non sia stata sempre brillante quanto il suo successo: "Su quel set c'erano seri problemi culturali e comportamenti pessimi. Era un ambiente tossico e per i primi dieci anni pensavo solo ad andarmene, era tutto quello che volevo".

Cosa l'ha spinta a restare? L'arrivo della figlia! "Sono diventata mamma, nel corso della sesta stagione, e a quel punto la cosa non riguardava più solo me. Avevo qualcuno di cui occuparmi e mi sono chiesta: "Dove potrei trovare, a 40 anni, lo stesso compenso? Devo badare a mia figlia e devo rimanere".

Non fu certo rassegnazione però, quella che spinse Ellen Pompeo a resistere sul set di quella serie tanto amata dal pubblico, "volevo che questa esperienza cambiasse perché volevo essere felice e orgogliosa del mio lavoro", spiega ancora infatti l'attrice.

Tra le motivazioni del disagio che si respirava durante le riprese di Grey's Anatomy, anche la pesante discriminazioni nei confronti delle protagoniste femminili. Nel corso dell'intervista, Ellen Pompeo si è infatti sbilanciata anche sul collega (e co-protagonista) Patrick Dempsey: "Eravamo entrambi protagonisti, ma lui all'inizio guadagnava il doppio di me. I produttori erano convinti che senza di lui la serie non sarebbe più stata seguita".

Nella sua lotta, l'attrice ha trovato il supporto di un'altra collega, Shonda Rhimes, con la quale dice "abbiamo lottato per cambiare Grey's Anatomy e dimostrare che non era così. Abbiamo cambiato il finale di questa storia".

E ci sono riuscite! Dopo tanti anni ha potuto affermare che "l'ambiente sul set è decisamente migliorato, quei problemi sono solo un lontano ricordo".

Now on air