Buon compleanno Paperino!

Buon compleanno Paperino!

Il papero più sfortunato (e più amato) del mondo compie 85 anni. Ma perché piace così tanto?

E' tra i personaggi dei fumetti più amati e più simpatici. Il motivo? Perché è umano, troppo umano. Anche se ha le sembianze di un papero. Piume e becco, ma un carattere e dei comportamenti che lo rendono simile a tutti noi, con i nostri guai e con il nostro quotidiano. Insomma, Paolino Paperino (negli Stati Uniti Donald Duck) è davvero uno di noi.

Il 9 giugno Paperino compie 85 anni: un bel traguardo, per un personaggio apparso nel cortometraggio animato "The Wise Little Hen" (La Gallinella Saggia) e da allora destinato a essere protagonista di oltre 150 tra cortometraggi e mediometraggi (oltre che di innumerevoli storie a fumetti).

Intorno a lui si è creato un mondo: Paperopoli, con tanto di zii ricchi (zio Paperone) e avari, fidanzate impegnative (Paperina), nipotini irrequieti (Qui, Quo, Qua). Aggiungete le disavventure quotidiane, le tante debolezze umane (la pigrizia, un carattere facile ad accendersi, le traversie lavorative) e un cuore generoso, ed ecco, Paperino diventa un po' il nostro ritratto, con i nostri vizi e virtù. Ben lontano dalla perfezione da primo della classe di Topolino (che, a dirla tutta, bravo e preciso com'è, rischia pure di sembrare un po' antipatico).

Tanti auguri allora a Paperino che, nonostante i suoi 85 anni, è vispo e allegro come non mai. Perché, come ricorda Alex Bertani, direttore del settimanale Topolino, che ne pubblica le avventure, «Paperino siamo un po' tutti noi, con le nostre fragilità e le difficoltà a integrarci col mondo attorno a noi, ma sempre con la positività di chi non si abbatte, di chi continua a guardare tenacemente alla vita e al futuro con ottimismo e sempre rinnovato entusiasmo, a dispetto di tutto».

(Foto Getty Images)

 

Now on air