Invidia sul lavoro? Ecco come gestirla

Invidia sul lavoro? Ecco come gestirla

Se siete invidiosi dei vostri colleghi cercate di cambiare attitudine: l’invidia può portare solo cattivi risultati.

L’ambiente lavorativo è sicuramente molto competitivo: per colpa dell’invidia le relazioni tra colleghi a volte possono essere più precarie e difficili di quelle amorose. Lavorando a stretto contatto con determinate persone, a volte potrebbe accadere di guardare i propri colleghi con malizia, d’altronde l’invidia è un sentimento che fa parte di ognuno di noi e non è sempre facile da gestire. Ma è possibile non essere invidiosi? La risposta è sì, c’è però bisogno di tanto impegno!

Secondo la psicologa e membro della SIPLO (Società Italiana di Psicologia del Lavoro e dell’Organizzazione) Alessia Rossi, l’invidia è divisa da un sottile confine con l’ambizione, d’altronde spesso si desidera ciò che hanno gli altri e pur di ottenerlo a volte ci si comporta in maniera controproducente.

Come si può quindi non essere invidiosi di un collega? La risposta è semplice: sostituire l’invidia con un sentimento positivo, come l’ammirazione. Per combattere l’invidia non si dovrebbe far caso ai propri colleghi e ci si dovrebbe impegnare solo a raggiungere il proprio scopo, valorizzando quello che si fa e non quello fatto dagli altri. Ma non pensate di essere immuni all’invidia: basta un complimento in più verso qualcuno dei vostri colleghi per portare di nuovo a galla questo particolare sentimento. Starà a ognuno di noi cercare di gestirla al meglio.

Now on air