Cioccolato. Un piccolo piacere, ma un grande alleato per la salute

Cioccolato. Un piccolo piacere, ma un grande alleato per la salute

Se consumato nelle giuste quantità, il cioccolato può portare molti benefici al nostro corpo. Eccone alcuni.

Che sia fondente o al latte, a forma di uovo o nella colomba, a Pasqua il cioccolato non può mai mancare.

Solo lo scorso anno, la CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa), ha stimato il consumo in Italia di circa 15 milioni di uova di cioccolato. Un piccolo piacere che, se consumato in dosi moderate può portare grandi benefici, sia all'umore che al nostro corpo.

Ad esempio, una ricerca dell’Università di Harvard ha confermato che il cioccolato aiuti a vivere più a lungo. Grazie alla presenza di flavonoidi tra i suoi componenti, è un ottimo alleato per il cuore, agendo come protettore dei vasi sanguinei. 

Non solo per il cuore, il cioccolato è un perfetto compagno anche per combattere la stanchezza: 125 grammi di cioccolato equivalgono infatti alla caffeina in una tazza di caffè! Una piccola porzione di cioccolato fondente gustata tre volte a settimana, aiuterebbe inoltre a ridurre i sintomi della sindrome da stanchezza cronica, agendo come naturale rifornimento di sostanze anti-stanchezza, tra i quali in particolare magnesio e potassio.

Numerose ricerche accreditano poi il cioccolato tra gli antidepressivi naturali, favorendo l'attività della serotonina.

Il consumo regolare di cioccolato infine, non rovina i denti (ovviamente facendo attenzione a non esagerare soprattutto con le tipologie troppo zuccherate!) e non fa ingrassare. Il cioccolato, specialmente se fondente e con un contenuto di cacao superiore al 70%, è infatti ricco di teobromina, una sostanza in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e ridurre il senso di fame. 

Now on air