Google Maps vintage: l’Italia e l’Europa come non le avete mai viste

Google Maps vintage: ecco l’Italia e l’Europa come non le avete mai viste

Mapire vi riporta nell’800 con le cartine dell’Impero asburgico. Il progetto è in continuo aggiornamento con la collaborazione di Austria, Ungheria e Croazia.

Vi siete mai chiesti come sarebbe stato se Google Maps fosse esistito 200 anni fa? Adesso grazie a Mapire tutto questo è possibile. Il progetto è stato lanciato nel 2014 e permette di navigare in tutta l’Europa utilizzando le mappe storiche dell’Impero asburgico, il tutto modernizzato con le tecnologie più avanzate come Google Maps, Earth e OpenStreetMap.

Sapevate ad esempio che il Colosseo e il Viminale erano alla periferia di Roma? O che Porta Sempione e Brera a Milano erano poco popolate? Grazie a Mapire si potrà spulciare ogni città europea come Parigi e Londra oltre a poter visitare le strade di Mosca. Le mappe sono state realizzate in tutti i territori conquistati dall’Impero asburgico nel diciannovesimo secolo e sono in continuo aggiornamento grazie ai documenti forniti dall’Ungheria e dalla Croazia. C’è persino un motore di ricerca interno per localizzare l’area che si vuole esplorare. «La versione corrente di Mapire contiene la prima indagine militare (1764-1784), così come la seconda indagine militare (1806-1869) e copre tutto l’Impero asburgico» si legge nel sito del progetto. «Questo contenuto d’archivio è unico e raro, per la risoluzione e la realizzazione artistica».

Mapire è un progetto realizzato grazie alla collaborazione delle istituzioni scientifiche di Austria, Ungheria e Croazia.

Now on air