Morti da selfie, come evitarle? Con dei seggiolini!

Morti da selfie, come evitarle? Con dei seggiolini!

Un ministro irlandese ha proposto una bizzarra soluzione per la sicurezza dei turisti.

“Selfie seats”, così si chiamano i seggiolini salvavita. Scattare una foto o un selfie per i turisti non è mai facile e molte persone hanno rischiato la propria vita per immortalare le bellezze del territorio. Per questa ragione Jim Daly, ministro irlandese della Salute Mentale e degli Anziani, ha proposto l'inserimento di speciali seggiolini per scattare foto in completa sicurezza.

«I turisti, sensibili al fattore tempo, amano sapere dove andare e cosa fare e, naturalmente, preferiscono pubblicare sui loro social media una fotografia ben definita che un’immagine sgranata» ha dichiarato Daly. Le sedie verrebbero collocate nei posti più visitati della costa irlandese come per esempio le Cliffs of Moher o le varie scogliere che si trovano nella Contea di Clare. 

I dati sui decessi per i selfie sono infatti preoccupanti: in Irlanda, per scattare il selfie perfetto, muoiono in media 4 persone al mese. Tra l’ottobre 2011 e il novembre 2017 sono stati registrati 137 incidenti con 259 vittime e il numero non fa altro che aumentare. Le cause dei decessi sono molteplici: le più comuni sono quelle per annegamento oltre ai vari incidenti con i mezzi di trasporto. Diverse persone sono state travolte mentre cercavano di scattare una foto vicino ai treni in movimento, inoltre sono stati registrati episodi di cadute vertiginose e persone decedute perché si sono avvicinate troppo ad un incendio.

Anche in Italia la situazione è preoccupante: a Taranto, nel 2014, una ragazza è morta mentre cercava di farsi un selfie su una rotonda sul lungomare, cadendo da oltre 20 metri, mentre nel 2018 un 15enne è caduto dal tetto di un centro commerciale di Sesto San Giovanni dove stava scattando una foto.

Now on air