Oggi sono 37 anni senza Rino Gaetano, voce immortale della musica italiana

37 anni senza Rino Gaetano, voce immortale della musica italiana

Una carriera stroncata troppo presto, ma che ci ha lasciato numerosi successi apprezzati ancora oggi. Ecco perché

Rino Gaetano era nato a Crotone il 29 ottobre 1950. Artista controverso e dalla musica impegnata e legata al tessuto sociale in cui viveva, ci ha lasciati il 2 giugno di 37 anni fa. Eppure sembra che il tempo non sia passato, data la forte attualità e l'attenzione di cui alcuni suoi brani godono. Oggi lo ricordiamo, insieme alla sua carriera e ai suoi successi immortali.

Un cantautore per tutta l'Italia, ma, in particolare, per Crotone. Il brano "Ma il cielo è sempre più blu" è stato il protagonista dei cori dei tifosi del Crotone calcio, che nella stagione passata ha compiuto un'impresa salvandosi alla prima stagione in Serie A. Ma non è il solo brano che ha acceso gli animi nello stadio della squadra natale di Rino Gaetano: anche "A mano a mano" è stata scelta dall'ex allenatore Walter Zenga e dai tifosi del Crotone, cantata in occasione della stagione appena conclusa prima dell'inizio di alcune partite.

Celebri sono anche numerosi altri brani come "Gianna", classificato al terzo posto alla XXVIII edizione del Festival di Sanremo o come "Aida", un richiamo a Giuseppe Verdi, alla figura della donna e di uno spaccato storico dell'Italia; senza dimenticare il controverso "Nuntereggae più", un aperto testo di denuncia della situazione socio-politica italiana.

Come (ancora) controversa è la vicenda della sua morte: la notte del 2 giugno l'auto guidata da Rino Gaetano invade la corsia opposta e si scontra violentemente con un camion. In condizioni di salute gravi, non è possibile ricoverare immediatamente il cantautore per mancanza di un reparto attrezzato: Gaetano muore a Roma a 31 anni.

"I passi delle onde che danzavano sul mare a piedi nudi, | come un sogno di follie venduto all'asta, | la notte, quella notte cominciava un po' perversa | e mi offriva tre occasioni per amarti, e tu..." (da "Sfiorivano le viole"). E molti ancora ricordano e ricorderanno i suoi successi più belli.

Now on air