Sapete per quale motivo si litiga a casa? Per il disordine!

Sapete per quale motivo si litiga a casa? Per il disordine!

Una nuova ricerca ha evidenziato che il 44% degli italiani discute per questioni legate all’ordine e alla pulizia.

La convivenza può essere davvero un inferno. Che viviate con amici, colleghi, in famiglia o con il proprio partner la storia è sempre la stessa: bisogna scendere a compromessi per il quieto vivere. Con la convivenza infatti si vedono con più lucidità tutti i difetti (e i pregi, ovviamente) degli altri e bisogna armarsi di tanta pazienza se proprio non riuscite a sopportare alcune cose.

Una nuova ricerca dell’Osservatorio Sara Assicurazioni ha fatto luce su quelli che sono i maggiori argomenti di dibattito tra persone che vivono insieme. Strano a dirsi ma la serenità all’interno di una casa ruota tutto attorno all’ordine e alla pulizia. Secondo i dati dello studio infatti ben il 44% degli italiani litiga a causa del disordine in casa. La seconda causa di malumori è inoltre strettamente legata alla prima visto che parliamo della gestione della casa, argomento nel quale convergono anche la scelta dei gestori delle utenze, i metodi di riparazione di eventuali danni e l’ottimizzazione delle risorse domestiche.

Come facilmente pronosticabile il 41% degli intervistati ha affermato che litiga a causa delle faccende domestiche: coloro che non collaborano infatti sono sempre sotto attacco. Il 33% del campione analizzato pone l’accento sulla violazione della propria privacy: c’è bisogno, anche se si vive sotto lo stesso tetto, di più intimità e rispetto per l’altro.

Come fare allora per risolvere i dissapori che inevitabilmente nascono e si alimentano? Il dialogo è la soluzione più ricercata (64%), seguita dal compromesso (45%). C’è poi chi fa tesoro del litigio e cerca di migliorare nella propria quotidianità (24%), chi invece inizia con carinerie e gesti più gentili (21%).

Tra gli altri argomenti di dibattito che possono portare ad un litigio vi sono i rapporti con gli altri familiari. A volte si creano strani triangoli che possono mettere a repentaglio la serenità familiare (e non parliamo solo di suocere invadenti). In pochi inoltre sono disposti ad ospitare i parenti (solo il 16%), e solo per emergenze e per brevi periodi.


Now on air