Arriva il gelato sospeso. Per far felici i bambini bisognosi

Arriva il gelato sospeso. Per far felici i bambini bisognosi

Dopo il caffè sospeso, arriva un'altra abitudine generosa: quella di pagare un gelato, che sarà poi consumato da un bambino in difficoltà

Prima, esisteva l'abitudine del caffè sospeso. Una tradizione napoletana (ma praticata anche allo storico Caffè Pedrocchi di Padova), secondo la quale si pagano due caffè, ma se ne consuma solo uno. L'altro resta a disposizione di chi difficilmente può permettersi il piccolo piacere di un caffè consumato al bar.

Adesso, a essere sospeso non è solo il caffè: si diffonde l'uso del gelato sospeso. Uguale la modalità: si pagano due gelati, ma se ne mangia uno, l'altro resta a disposizione dei bimbi le cui famiglie fanno fatica ad arrivare a fine mese. L'iniziativa è partita da Roma, sostenuta dalla Regione Lazio. Già l'anno scorso i primi esperimenti in questo senso hanno entusiasmato gli avventori, e ora questa pratica virtuosa ritorna. Sul sito e sui social di Salvamamma la lista con tutti i locali che aderiscono all'idea del gelato sospeso.

Now on air