Colorado, i genitori vogliono vietare gli smartphone ai minori di 13 anni

Colorado, i genitori vogliono vietare gli smartphone ai minori di 13 anni

Un gruppo di adulti ha lanciato una raccolta firme per “difendere” i più piccoli dai pericoli delle nuove tecnologie.

In Colorado alcuni genitori, preoccupati per il futuro dei propri figli, hanno avanzato una proposta decisamente insolita: vietare gli smartphone a tutti i ragazzi di età inferiore ai 13 anni. L’idea viene da Tim Farnum, capo e fondatore di un gruppo che risponde al nome di Parents against underage smartphone (Genitori contro gli smartphone ai minorenni). Quest’esigenza è nata quando Tim, dopo aver regalato uno smartphone ai suoi figli di 11 e 13 anni, ha notato in loro dei cambiamenti negativi: secondo quanto dichiarato in un’intervista i suoi bambini, inizialmente energici, hanno cominciato ad isolarsi, comportandosi in maniera insolita e inadeguata. Da allora l’uomo ha deciso di impegnarsi per “difendere” i più piccoli dai pericoli delle nuove tecnologie lanciando, in compagnia di altri genitori come lui, una raccolta firme per rendere effettiva la loro proposta: ne servono 300mila per raggiungere un traguardo che appare difficile, ma il gruppo di genitori è molto determinato.

L’obiettivo di questi adulti è quello di combattere l’isolamento cui vanno incontro i giovanissimi utilizzando i dispositivi mobili, tutelandoli contemporaneamente dai pericoli del cyberbullismo e dai contenuti web vietati ai minori come la pornografia.

Anche se l’intento di quest’iniziativa appare nobile, le polemiche non sono mancate. Ci si chiede se sia questo il modo giusto per mettere in sicurezza i bambini, o se le strade da percorrere siano altre: meglio educare ad un uso consapevole oppure vietare?

Now on air