Caccia ai medici italiani per le campagne francesi

extra

Caccia ai medici italiani per le campagne francesi

In Francia ci sono pochi medici in campagna e parte la "caccia agli italiani": "Sono bravi".

La Francia conta appena 285mila dottori e nessuno di loro vuole lavorare al nord, nelle campagne, dove fa più freddo.
Tendono infatti a scegliere regioni dove la qualità della vita è migliore, come la Costa Azzurra e quella atlantica, scartando il Nord piovoso e dall'economia depressa.
Tra le proposte dei politici per porre rimedio a questa situazione arriva anche l'abolizione del numero chiuso all'università di medicina,ma anche negare la convenzione pubblica ai medici che si stabiliscono in zone già servite sviluppare la telemedicina.
Servono però anche soluzioni rapide e a breve termine, tra le quali è stata presa in considerazione quella di importare medici dall'Italia.
La carenza di medici in Francia è tale che società di ricerca personale specializzate, come la "Euromotion medical" che ha come motto "le sole frontiere sono quelle che ci fissiamo da soli", inviano decine di email ai medici italiani, sperando di convincerli con toni un po' da agenzia di viaggio.
Ad esempio, si offre uno stipendio tra 5000 e 7000 euro per un pediatra che abbia un livello di francese A2/B1 e sia disposto a trasferirsi "a Laon, città di medie dimensioni a meno di un’ora da Parigi", oppure in una "bella cittadina nella valle della Loira a 15 minuti da Orléans", o ancora a Mont-de-Marsan in Aquitania, nel Sud-Ovest della Francia.



Now on air