Horizon 2020:  5 robot italiani approvati dalla Commissione Europea

Horizon 2020: 5 robot italiani finanziati dalla Commissione Europea

Cinque robot sviluppati dai ricercatori italiani ottengono i finanziamenti Horizon 2020. Il 2017 è all’insegna della robotica.

Per la robotica il 2017 è un anno molto importante in Europa. La Commissione Europea ha infatti selezionato 17 progetti che hanno ottenuto i finanziamenti Horizon 2020. Tra questi ben 5 sono italiani. Un orgoglio non da poco se pensiamo che questi robot con tanto di nome, si pongono un obiettivo importante, quello di apportare migliorie in diversi settori, incluso quello della medicina. Il filo conduttore? L’innovazione ovviamente.  

I cinque progetti italiani rispondono allora a diverse esigenze. Refills, il robot sviluppato dal Consorzio di Ricerca per l'Energia e l'Automazione e le Tecnologie per l'Automatismo (Create) svolge il ruolo di magazziniere, aiutando i commessi e gestendo addirittura gli ordini. Anche Andy, il robot sviluppato dall’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), è stato pensato per lavorare a fianco delle persone, in particolare nelle fabbriche. Perché? Perché aiuta ad evitare gli incidenti, gestendo gli spazi e aiutando a muoversi. Sicurezza prima di tutto.

Alla sicurezza hanno pensato anche i ricercatori dell’Università di Milano nel progettare MoveCare, il sistema che assiste gli anziani in casa monitorandone gli indicatori di salute.

E poi c’è CyberLeg, un esoscheletro pensato per coloro i quali hanno perso l’uso delle gambe al fine di aiutarli a ritornare a camminare. A svilupparlo sono stati gli studiosi della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. L’altro progetto che chiude la lista dei robot italiani che si sono aggiudicati i finanziamenti è  il progetto dell’Università di Trento, Dream4Car, un sistema di intelligenza artificiale per macchine autonome.

foto da Facebook

Now on air