Inosonnia. 7 trucchi per combatterla

extra

Inosonnia. 6 trucchi per combatterla

Sei strategie per eliminare i comportamenti scorretti che favoriscono i disturbi del sonno e compromettono il riposo.

Curare l'insonnia e riposare bene è possibile, anche senza assumere medicinali.
Per combattere i disturbi del sonno è necessario innanzitutto eliminare alcuni comportamenti scorretti che favoriscono l'insonnia e lasciano tanta stanchezza, sbadigli e frustrazione.
Ecco 6 strategie di aiuto al sonno, consigliate dagli esperti dell'American Academy of Sleep Medicine.

1. Smettere di infuriarsi per il sonno
Affrontare la notte con timore, guardando la sveglia fino all'ora di alzarsi porta a sviluppare emozioni negative quali paura, ansia e rabbia associate al provare a prendere sonno. La terapia del controllo dello stimolo cerca di associare al sonno solo il letto, eliminando le associazioni a tutti i timori generati nel tempo.
Invece di preoccuparti di quanto la tua giornata sarà tremenda perché sei stanco, pensa che ciò ti farà dormire meglio la notte seguente!

2. Praticare il rilassamento
Quando l'incapacità di dormire rende ansiosi, il corpo produce ormoni dello stress che rendono più difficile liberarsi da quest’ansia. Esercitarsi al rilassamento può essere molto utile.
Usa una tecnica per rilassare progressivamente i muscoli, concentrandoti sul rilassare in sequenza ogni parte del corpo, o la meditazione!

3. Cambiare il proprio modo di pensare il sonno
In molti casi, chi è stressato dalla propria incapacità al sonno tende a esagerare il problema, pensando di aver dormito meno di quanto effettivamente fatto. Cambiare questi pensieri negativi può attenuare lo stress.
Per cambiare il comportamento, gli esperti consigliano di combinare l'esercizio al rilassamento e la terapia del controllo dello stimolo prima descritti.
Anche creare un ambiente che favorisca il sonno, come una stanza tranquilla e scura, può essere di aiuto.

4. Se non si riesce a dormire, uscire dal letto
Se non si riesce a dormire, restare sdraiati a letto provando ad addormentarsi non sarà di alcuna utilità.
Se ci si sta provando da più di 20 minuti, allora è arrivato il momento di uscire dal letto e andare a fare qualcos'altro. Attenzione però a non usare computer, telefono o televisione, possono solo peggiorare il problema. Secondo gli esperti, uscire dal letto quando non si riesce a dormire aiuta a interrompere il ciclo che associa il letto a emozioni negative. Inoltre, la dolce privazione del sonno che viene indotta potrebbe rendere più facile dormire il giorno dopo.

5. Smettere di impegnarsi troppo
Il trucco per addormentarsi potrebbe essere proprio provare a restare sveglio. È stato dimostrato che, restando a letto contenti di essere svegli e non preoccupandosi di addormentarsi, gli insonni si addormentano in realtà più velocemente e dormono meglio. Secondo gli esperti succede perché si rimuove l'ansia che si può provare mentre si tenta di addormentarsi. 
A patto di non guardare telefono o computer ma facendo semplicemente niente!

6. Imparare a riconoscere lo stress
Un ottimo punto di partenza per gestire lo stress è imparare a riconoscerne i sintomi, ad esempio, l'elevato battito cardiaco, la tensione muscolare e il respiro affannoso, per poi provare a riportare questi parametri ad un livello normale. 

Now on air