ON, il giradischi hi-tech italiano che ha conquistato Las Vegas

extra

ON, il giradischi hi-tech italiano che ha conquistato Las Vegas

"Con il mio giradischi costruito in cantina ho conquistato i big dell’hi-tech”. Al Ces di Las Vegas un giovane italiano ha convinto pubblico e aziende.

ON è un innovativo giradischi progettato e creato da una piccola startup italiana, che grazie alla costanza dei suoi fondatori è stata notata ed acquisita da una delle più importanti aziende hi-tech di New York.
"On è acronimo di Old and New, vecchio e nuovo", spiega l'ideatore Giuseppe Pinto nella confusione del Consumer Electronic Show di Las Vegas, dove ha avuto l'onore di presentare la sua creazione.
"È un giradischi con trazione a cinghia tradizionale, amplificatore integrato a valvole, connessione bluetooth e un convertitore digitale per ascoltare la musica anche dallo smartphone".  
Il 33enne di Napoli spiega di aver costruito On in un seminterrato della sua città, dove insieme ad un amico, aveva dato vita ad una piccola startup.
"Stavo per chiudere", racconta GiPinto, "malgrado avessi per le mani ordini e relativi contratti firmati di aziende che volevano comprare l'On".
Dopo aver presentato i primi prototipi alla fiera Monaco Hi-End infatti, "On è piaciuto così tanto che il primo giorno ho ricevuto centoventi ordini da tutto il mondo. Eppure non ho trovato nessuno disposto ad investire nella mia startup".
Grazie ad alcune recensioni positive però, è stato contattato dal CES, dove gli sono stati offerti gratuitamente pochi metri quadrati per esporre il suo progetto.
Proprio in quella occasione, il McIntosh Group, nel quale scorre sangue italiano, cercava qualcuno che portasse idee capaci di unire tradizione e innovazione. Qualcuno nato nell'era di Spotify, cresciuto in un Paese con la cultura del design e con un dna fatto di valvole e vinile. Qualcuno come Giuseppe Pinto, che da gennaio sarà a capo del settore ricerca e sviluppo.

Now on air