200.000 luci di Natale per beneficenza. L'idea dei fratelli Brailsford

extra

200.000 luci di Natale per beneficenza. L'idea dei fratelli Brailsford

Una tradizione annuale inaugurata nel 1994, a favore del Bristol Royal Hospital for Children.

Le luci di Natale sono una vera e propria passione per Lee e Paul Brailsford, due fratelli di Bristol che ogni anno trasformano la casa della mamma Rosemary in un'enorme luminaria natalizia.
Da oltre vent'anni la casa è ricoperta da ogni tipo di oggetto, animale o simbolo che richiami lo spirito del Natale.
Un lavoro che impegna i week end dei fratelli fin da ottobre e si illuminerà per 30 giorni.
L'obiettivo è quello di attirare la curiosità del vicinato e degli abitanti della contea e chiedere un'offerta volontaria da devolvere in beneficenza al locale ospedale pediatrico.
Quest'anno lo spettacolo di luci è stato sponsorizzato da 19 aziende locali, un grosso aiuto per coprire l'enorme costo dell'impresa di Natale, il cui solo impianto elettrico è costato circa 10.000 sterline, poco meno di 12.000 euro. Settecento sterline, 830 euro circa, sono invece le spese ipotizzate per la bolletta di quest'anno.
Allo scorso "evento dell'accensione" si sono presentati davanti allo steccato della villetta centinaia di persone.
Dal 1994, i soldi raccolti sono stati 30.000 sterline, 35.000 euro, tutti devoluti a The Grand Appeal, l'organizzazione no profit del Bristol Royal Hospital for Children.

Now on air