Cagliari. In Università le "stanze rosa" per studenti neo-genitori

extra

Cagliari. In Università le "stanze rosa" per studenti neo-genitori

Dopo la "tessera-baby", una nuova agevolazione per chi ha figli ma non vuole smettere di studiare.

Un ateneo a misura di genitori.

L'Università di Cagliari sta lavorando ad una serie di progetti che agevoleranno le neo-mamme e i neo-papà che vogliono continuare gli studi.

Una prima soluzione già introdotta è la Tessera Baby.

La tessera permetterà alle studentesse in attesa, a quelle che hanno appena partorito o ai neopadri di avere a disposizione, all'interno dell'ateneo, una stanza dedicata con tanto di fasciatoio, poltrona relax e arredi per bambini.

Chi ha figli neonati o fino a dieci anni avrà inoltre agevolazioni nella scelta dell'orario per sostenere gli esami, avrà accesso gratuito ai corsi on-line dell’Università, potrà godere della priorità presso tutti gli uffici dell’ateneo e un parcheggio riservato.

La rettrice Maria Del Zompo ha inaugurato nei giorni scorsi le prime "stanze rosa" nella Cittadella universitaria di Monserrato e alla Clinica Aresu.

All'interno giochi per i bambini e tutto ciò che serve ad una studentessa mamma per allattare il proprio bambino, cambiarlo o anche solo per restare con lui mentre studia o prepara la tesi.

Presto le "stanze rosa" avranno anche una sorta di baby parking con tanto di personale specializzato.

Now on air