Diamanti per purificare l'acqua. Cambiamenti rivoluzionari per industria e salute

extra

Diamanti per purificare l'acqua. Cambiamenti rivoluzionari per industria e salute

Raphael Kiran e la sua start up "Dymond Cleantech".

L'ingegnere elettronico biomedico 32enne Raphael Kiran ha creato una start up per purificare l'acqua attraverso i diamanti ed aiutare i suoi connazionali indiani.

Kiran ha studiato al Politecnico di Torino, città dove ha vissuto sei mesi prima di sviluppare la tecnologia che gli è valsa un finanziamento della Francia e la possibilità di spiegarla all'Eliseo davanti al presidente Hollande.

"Quello che ho imparato in Europa e in Italia mi servirà per migliorare il mondo", dice Raphael.

La sua start up Dymond Cleantech ha alte ambizioni. "In India con i monsoni viene scaricata una quantità incredibile di acqua, ma poi corre verso il mare e gli indiani hanno carenza d’acqua potabile", spiega l'ingegnere.

"Spesso i sistemi di depurazione usano sostanze chimiche inquinanti", continua, ponendo l'accento su una problematica che riguarda molti paesi, oltre che l'India.

"A me servono solo diamanti e un po' di elettricità"!

Si tratta di diamanti industriali, "che costano poco ma hanno le stesse caratteristiche".

Il sistema che ha brevettato per la depurazione sfrutta gli elettrodi delle pietre preziose, anche se questa tecnologia non è inedita.

Esistono già studi sulla depurazione dell'acqua con i diamanti "ma per lo più è pensata per i settori industriali, io invece voglio sviluppare questa tecnologia per la vita di tutti i giorni" è la novità portata da Raphael Kiran che, insieme ad altri tre ricercatori francesi stanno cercando il modo di rendere disponibile questo sistema su larga scala.

Now on air