Questo bar di Parigi indovina da 90 anni il vincitore delle elezioni americane

extra

Questo bar di Parigi indovina da 90 anni il vincitore delle elezioni americane

I risultati dell'Harry's bar si sono rivelati errati solo due volte.

L'Harry's New York bar di Parigi predice dal 1924 i risultati delle elezioni americane.

Il bancone del locale parigino è frequentato in prevalenza da espatriati americani e proprio questo fatto ha favorito l'instaurarsi di una lunga tradizione iniziata negli anni 20.

In quegli anni infatti non era possibile votare se ci si trovava all'estero, così Harry's permetteva agli americani a Parigi di partecipare seppur simbolicamente alle elezioni del loro Paese.

Il voto è simbolico ma le regole sono ugualmente rigide.

"Bisogna essere americani per votare, bisogna mostrare il passaporto", spiega l'attuale proprietario dell'Harry's New York bar Franz-Arthur MacElhone.

"Non abbiamo un registro ufficiale come gli impiegati pubblici, ma abbiamo un elenco per evitare che le persone votino due volte. Ad ogni elezione votano circa 500 persone".

Si tratta di una tradizione tanto consolidata da aver indotto anche l'ambasciatrice americana a Parigi, Jane Hartley a partecipare.

Il fatto più curioso è che, in oltre 90 anni, i risultati dell'Harry's bar non hanno coinciso con quelli reali solo due volte, di cui l'ultima nel 2004 in occasione della rielezione di George W. Bush.

Now on air