Banca accredita per sbaglio 44 mila euro. Pensionato rischia di perdere tutto

extra

Banca accredita per sbaglio 44 mila euro. Pensionato rischia di perdere tutto

Per un errore la banca gli accredita 44mila euro, ma ora li rivuole indietro e minaccia di confiscare i beni di un pensionato.

Un pensionato di 70 anni di Imperia ha dovuto iniziare una battaglia giudiziaria contro la sua banca, dopo che questa ha trattenuto circa 8.600 euro di arretrati sulla pensione.

La vicenda è sorta a causa di un errore proprio della banca, che ha accreditato sul conto dell'uomo ben 44.964,03 euro.

Quando l'istituto si è accorto dell'errore una ventina di giorni dopo, ha chiesto al pensionato la restituzione dei soldi.

L'anziano però li aveva già spesi, credendo di trattasse di un bonifico che aspettava dall'estero, come rimborso per un incidente, la cui cifra poteva essere compatibile con quella accreditata.

"Abbiamo provato a restituire quei soldi poco alla volta", spiega il legale del pensionato. " Il mio cliente si era addirittura offerto di destinare duecento euro al mese della sua già esigua pensione, per rifondere quel denaro che, purtroppo per la banca, aveva già speso, ma non c'è stato verso di trovare un accordo e da allora siamo in guerra per ottenere giustizia".

Il legale dell'anziano sta ora valutando gli estremi di una denuncia ai danni della stessa banca.

Now on air