La strada francese che scompare due volte al giorno

La strada francese che scompare due volte al giorno

Si chiama Passage du Gois: è la strada che con l’alta marea viene sommersa.

Ci sono luoghi che cambiano durante l’arco della giornata. Colpa (o merito) della luce, delle temperature o degli orari che inevitabilmente, col trascorrere del tempo, sono diversi. Ma quello che vi stiamo per raccontare è un cambiamento un po’ particolare, che sembra avere dell’incredibile.

Siamo in Francia, nel golfo di Biscaglia: qui il Passage du Gois collega alla terra ferma l’isola di Noimoutier. Una strada a tutti gli effetti, percorribile sia in auto che a piedi, o anche in bici, ma siamo in mezzo al mare.

Il Passage du Gois è stato costruito negli anni Trenta per consentire agli animali di raggiungere l’isola, giacché prima di allora l’unico mezzo con il quale era possibile arrivarci era la barca.

Ma veniamo al dunque: proprio perché in mezzo al mare, sul Passage du Gois si può transitare solo in alcune ore della giornata. Quando arriva l’alta marea, infatti, la strada si allaga e non di poco; pensate che può essere sommersa anche sotto 4 metri d’acqua. Insomma, addentrarsi in questo percorso nell’orario sbagliato può essere molto pericoloso. Bisogna dunque aspettare la bassa marea.

Come fare allora? L’orario ufficiale della bassa marea è comunicato ai viaggiatori attraverso un monitor. Si può transitare quindi nell’intervallo che va da un’ora prima a un’ora dopo l’orario indicato sul display.

La particolarità risiede non solo nelle modalità e negli orari in cui la strada è fruibile, ma soprattutto nei paesaggi che si vanno a creare. Con l’alta marea si assiste a spettacoli quasi surreali che danno l’idea di essere di fonte a una città sommersa: i cartelli stradali che spuntano di pochi centimetri dalla superficie dell’acqua contribuiscono a questa sensazione. Altrettanto caratteristico, poi, il paesaggio che si crea quando il tratto ritorna fruibile: spesso si trovano ostriche e conchiglie!

Now on air