Perché ci capita di sognare di dover ridare un esame?

Perché ci capita di sognare di dover ridare un esame?

Sognare di essere di fronte alla commissione, spesso impreparati: è un sogno ricorrente. Ecco quando e a chi succede.

Un sogno molto comune, tra gli studenti ma anche tra chi ormai ha passato l’età dei banchi di scuola già da un pezzo, è quello di trovarsi a risostenere un esame importante.

Perché succede? Secondo quanto pubblicato sul Washington Post e poi ripreso sul Il Corriere della Sera da Danilo Diodoro, è lo stress il colpevole di questi brutti sogni. In genere, infatti, questi sogni ricorrono quando ci aspetta una sfida o un impegno per il quale temiamo di non essere pronti o all’altezza.

Quello che in genere viviamo nel sogno è un esame che già abbiamo affrontato nella vita: il più delle volte si tratta di esami scolastici e universitari, o talvolta test di concorsi, anche se questi ultimi ricorrono più raramente in questi sogni.

Sul Corriere è spiegato che quando si vive una determinata situazione il nostro cervello, se in un periodo di stress psicologico, ricerca inconsciamente le “situazioni originali” che ci hanno segnato e che ora riviviamo.

Andando più nello specifico, quello che sogniamo è di ritrovarci in maniera inaspettata di fronte alla commissione che ci deve esaminare e ci si sente impreparati. Ansia e vulnerabilità sono le sensazioni che predominano, miste ad una certa curiosità. Come riportato sul Washington Post, a fare questo tipo di sogni non sono le persone impreparate ma bensì coloro che in genere sono, o sono stati, tra i più bravi a scuola, quelli che esigono molto da se stessi. Si tratta di “persone che chiedono elevate performance per se stesse. Il ripetersi di questi sogni è da correlare a periodi di stress e di pressione, quando c’è una sfida da affrontare”.

L’altro lato della medaglia invece, quello positivo, Diodoro lo ritrova andando a pescare nella filosofia Freudiana. Sognare l’esame, se da un lato è un segnale di ansia, dall’altro porta la rassicurazione (che si prova al momento del risveglio quando ci si rende conto che non era realtà) ma anche l’autorimprovero per aver sognato qualcosa che, sebbene sia passato, ogni tanto fa capolino nei sogni e ci angoscia.

Now on air