Ötzi, l'uomo venuto dal ghiaccio, è stato ucciso in un agguato. I nuovi risultati dei ricercatori

extra

Ötzi, l'uomo venuto dal ghiaccio, è stato ucciso in un agguato. I nuovi risultati dei ricercatori

Riemerso dai ghiacci dopo milioni di anni, Ötzi soffriva di aterosclerosi, usava armi toscane e sarebbe rimasto vittima di un vile agguato.

Ötzi, la mummia del Similaun, sarebbe stato vittima di un vile agguato.

Lo dimostrano nuove ricerche sul corpo ritrovato il 19 settembre 1991 sulle Alpi Venoste. Dagli stessi approfondimenti sono scaturiti anche ulteriori dettagli.

Tra questi si legge che le armi usate da Ötzi potrebbero non provenire dalle Alpi, come ritenuto finora, ma dai giacimenti della Toscana meridionale.

Ötzi non si dedicava quindi alla lavorazione del rame e, nonostante il suo peso rientrasse nella norma e facesse molto movimento, l'Uomo venuto dal ghiaccio soffriva di aterosclerosi

L'elemento più curioso emerge a proposito della sua morte, avvenuta a causa di una freccia.

Questa sarebbe stata scagliata a distanza e in maniera inaspettata. L'omicida avrebbe quindi scelto un agguato a distanza per evitare lo scontro diretto, senza infierire oltre in seguito alla sua caduta.

Now on air