Dormire abbastanza con quattro ore per notte è possibile. Con il metodo Da Vinci

extra

Basta dormire 4 ore per notte? Con il metodo Da Vinci sì!

Si chiama sonno polifasico e le soluzioni possibili sono diverse, ma tutte garantiscono riposo e risparmio di tempo.

Il sonno può costituire un ostacolo per coloro ai quali 24 ore per una giornata sembrano non bastare mai.

Leonardo da Vinci, che per studiare le sue invenzioni di tempo non ne aveva mai abbastanza, ha messo a punto a suo tempo un metodo per diminuire la dose di sonno quotidiano ed essere comunque al massimo dell'efficienza.

Il metodo Leonardo da Vinci consiste nel suddividere la normale durata del riposo notturno in più parti, spalmate nel corso della giornata.

Il sonno diventa così polifasico.

Leonardo dormiva per 15 minuti ogni ora, riducendo il sonno totale ad un'ora e mezza al giorno. Questo metodo permette di essere sempre efficienti e lucidi, infatti è dimostrato che appena svegli la capacità di lavoro di una persona è al suo massimo.

Il metodo da Vinci non è tuttavia l'unica soluzione per quanto riguarda il sonno polifasico. Ecco alcune variazioni:

  • Metodo dymaxion: dormire 30 minuti ogni 6 ore.
  • Metodo uberman: dormire 20 minuti ogni 4 ore.
  • Metodo everyman: dormire la notte da 1,5 a 3 ore e poi tre volte per 20 minuti durante la giornata.
  • Metodo tesla: dormire 2 ore la notte e riposare per 20 minuti a metà pomeriggio.
  • Metodo siesta: dormire 5 ore la notte e riposare un'ora e mezza a metà pomeriggio.

La riuscita di ciascuno di questi metodi è stata dimostrata. E' però importate considerare sempre che la necessità di sonno varia in ogni singola persona.

Se si desidera provare questo tipo di programma di riposo-lavoro, è consigliato astenersi dal guidare la macchina e prendere decisioni molto importanti, finché non si è assolutamente sicuri che la riduzione del sonno non abbia avuto effetti negativi.

Now on air