La scuola del sorriso. Come si curava la tendenza al suicidio negli anni 30

extra

La scuola del sorriso. Come si curava la tendenza al suicidio negli anni 30

A Budapest negli anni 30 si insegnava a sorridere.

Una scuola per imparare a sorridere

E' stata un'idea maturata per le strade di Budapest negli anni 30.

In quegli anni infatti il numero di suicidi nella città era in crescita e era sempre più urgente l'esigenza di fermare quell'"epidemia".

Nel 1937 nacque un vero e proprio istituto dove si insegnava nuovamente a ridere, a persone afflitte da depressione.

Il 17 ottobre di quello stesso anno, il Sunday Times Perth riporta la notizia della nascita dell'istituto e ne divulga l'iniziativa.

La terapia praticata alla "scuola del sorriso" consisteva nell'indicare ai pazienti l'importanza del sorriso, prendendo ad esempio opere d'arte o ritratti di personaggi celebri.

Venivano ad esempio mostrati la Monna Lisa ed la fotografia di un sorridente Roosvelt.

Osservare immagini di persone sorridenti sembra, infatti, avere un potente effetto anche sull'umore dell'osservatore.

Un altro metodi consisteva nell'applicare sul volto dei pazienti delle bende che inducevano al sorriso.

Altre testimonianze della strana terapia vennero pubblicate nello stesso anno dalla rivista Life.

Now on air