5 canzoni sugli amori estivi

extra

5 canzoni sugli amori estivi.

L'estate è la stagione dell'amore e queste 5 canzoni che vi faranno venire voglia di innamorarvi.

Ci siamo. È arrivata l'estate.

Lo dice il calendario, a fasi alterne cerca di dirlo anche il meteo, lo dicono le gonne svolazzanti e i tavolini all'aperto, ma soprattutto lo dice quella strana voglia sotterranea a cui non sappiamo dare un nome preciso, e che potremmo così sintetizzare: voglia di restarci sotto per struggersi tantissimo tra due o tre mesi

Si scrivono "amori estivi" e si leggono: "coppie salde che si sfasciano" o anche "single che s'infatuano a Ibiza". Nessuno capirà mai ascoltiamo canzoni d'amore perché siamo innamorati o se ci innamoriamo per poter ascoltare canzoni d'amore. Nel dubbio, ecco la colonna sonora dei vostri spasmi futuri: 5 canzoni sugli amori estivi.

Summer Love - Justin Timberlake Summertime Sadness - Lana Del Rey Un'estate fa - Franco Califano Estate - Bruno Martino Summer of '69 - Bryan Adams

"Io non vedo l'ora di innamorarmi di te / Tu non vedi l'ora di innamorarti di me / Questo non può essere solo un amore estivo". Partiamo positivi: lui la adocchia al semaforo, decide che è "un bel faccino sopra un bel corpicino" e che la vuole. La corteggia ("sei quella giusta"), si sponsorizza ("sono fatto apposta per te") e ci mette la firma: l'estate è finita ma non significa che dobbiamo rinunciare all'amore. Da "FutureSex/LoveSounds", l'album della maturità di Justin Timberlake non rinuncia al sogno adolescenziale del summer love.

Summertime Sadness - Lana Del Rey

"Baciami a fondo prima di andare / Tristezza estiva / Volevo soltanto che tu sapessi / che sei il migliore, tesoro". E invece arriva, inevitabile, il momento degli addii. Quello di Lana Del Rey è glamour proprio come te lo aspetteresti: dopo aver ballato sotto la luce della luna, senza tacchi, col suo vestito rosso fiammante, lo saluta e guida la macchina lungo la costa. Dall'osannatissimo "Born To Die", l'electro ballad definitiva dell'estate 2013.

Un'estate fa - Franco Califano

"L'autostrada è là / ma ci dividerà". Forse uno dei versi più famosi sugli amori estivi. Nonostante le pregevoli cover di Mina e dei Delta V (chi se la ricorda?), la versione originale conserva una leggerezza e un'ironia inimitabili. Come se quel pianoforte così smaccatamente jazz stesse dicendo una cosa che era chiara fin dall'inizio: l'estate è solo un gioco. Tutta la classe di Franco Califano, e la sua infinita saggezza di inguaribile latin lover.

Estate - Bruno Martino

"Odio l'estate". Bruno Martino non la manda a dire: l'estate, con i suoi insidiosissimi tramonti, è galeotta, e lui non vede l'ora che sia inverno per riuscire a dimenticare quell'amore maledetto. Siamo in piena crisi, quando si torna alla vita di sempre e tutto sembra improvvisamente insensato. Un pezzo trascinato, sofferto, afoso.

Summer of '69 - Bryan Adams

"Quando mi guardo indietro ora / quell'estate sembrava durare per sempre / E se avessi potuto scegliere / Sì, avrei sempre voluto essere là / Quelli erano i più bei giorni della mia vita". Lui conosce lei mentre lavora al drive-in, lei gli promette che lo aspetterà per sempre. Poi le cose vanno come vanno sempre, ma accidenti, che bello crederci. E che bello ricordare, quindici anni dopo, com'è stato. L'inno "retrospettivo" di Bryan Adams che ha fatto strappare i reggiseni alle ragazze degli anni '80.
"Baciami a fondo prima di andare / Tristezza estiva / Volevo soltanto che tu sapessi / che sei il migliore, tesoro". E invece arriva, inevitabile, il momento degli addii. Quello di Lana Del Rey è glamour proprio come te lo aspetteresti: dopo aver ballato sotto la luce della luna, senza tacchi, col suo vestito rosso fiammante, lo saluta e guida la macchina lungo la costa. Dall'osannatissimo "Born To Die", l'electro ballad definitiva dell'estate 2013.

Un'estate fa - Franco Califano

"L'autostrada è là / ma ci dividerà". Forse uno dei versi più famosi sugli amori estivi. Nonostante le pregevoli cover di Mina e dei Delta V (chi se la ricorda?), la versione originale conserva una leggerezza e un'ironia inimitabili. Come se quel pianoforte così smaccatamente jazz stesse dicendo una cosa che era chiara fin dall'inizio: l'estate è solo un gioco. Tutta la classe di Franco Califano, e la sua infinita saggezza di inguaribile latin lover.

Estate - Bruno Martino

"Odio l'estate". Bruno Martino non la manda a dire: l'estate, con i suoi insidiosissimi tramonti, è galeotta, e lui non vede l'ora che sia inverno per riuscire a dimenticare quell'amore maledetto. Siamo in piena crisi, quando si torna alla vita di sempre e tutto sembra improvvisamente insensato. Un pezzo trascinato, sofferto, afoso.

Summer of '69 - Bryan Adams

"Quando mi guardo indietro ora / quell'estate sembrava durare per sempre / E se avessi potuto scegliere / Sì, avrei sempre voluto essere là / Quelli erano i più bei giorni della mia vita". Lui conosce lei mentre lavora al drive-in, lei gli promette che lo aspetterà per sempre. Poi le cose vanno come vanno sempre, ma accidenti, che bello crederci. E che bello ricordare, quindici anni dopo, com'è stato. L'inno "retrospettivo" di Bryan Adams che ha fatto strappare i reggiseni alle ragazze degli anni '80.
"Quando mi guardo indietro ora / quell'estate sembrava durare per sempre / E se avessi potuto scegliere / Sì, avrei sempre voluto essere là / Quelli erano i più bei giorni della mia vita". Lui conosce lei mentre lavora al drive-in, lei gli promette che lo aspetterà per sempre. Poi le cose vanno come vanno sempre, ma accidenti, che bello crederci. E che bello ricordare, quindici anni dopo, com'è stato. L'inno "retrospettivo" di Bryan Adams che ha fatto strappare i reggiseni alle ragazze degli anni '80.

Now on air