Mostra del Cinema di Venezia

Il Leone d'Oro va al regista filippino Lav Diaz

Premiati anche Tom Ford ed Emma Stone. Il film di chiusura è stato "The Magnificent Seven" con Denzel Washington

Alla fine, il Leone d'Oro è andato al filippino Lav Diaz con il suo film, "The Woman Who Left", dalla durata di 226 minuti, una riflessione sull'esistenza umana che ha convinto la Giuria presieduta da Sam Mendes. Gran Premio della Giuria a Tom Ford, alla sua seconda prova dietro la macchina da presa con il thriller "Nocturnal Animals": il regista - stilista, emozionato sul palco, ha ringraziato leggendo un breve discorso in italiano. Ricordiamo che Ford, con la sua prima fatica, "A Single Man", fece vincere, sempre qui al Lido, il premio per la migliore interpretazione maschile a Colin Firth. Da segnalare anche la Coppa Volpi, come migliore attore ed attrice, rispettivamente ad Oscar Martinez, protagonista della pellicola argentina "El Ciudanano Ilustre", e a Emma Stone per "La La Land". Peccato solo per Natalie Portman, superba in "Jackie". Nulla da fare per i tre titoli italiani in gara, possiamo però consolarci con la bella vittoria di Federica Di Giacomo nella sezione Orizzonti con il suo documentario, "Liberami", sul mondo dell'esorcismo. Sempre ieri, ecco i divi Denzel Washington e Chris Pratt, al Festival per presentare fuori competizione l'atteso "I Magnifici Sette", di Antoine Fuqua, western che strizza l'occhio a Sergio Leone. Tutti pazzi per le due star che sul red carpet hanno posato con alcuni cavalli. Washington, in particolare, non ha quasi firmato autografi, ma ha stretto in compenso centinaia di mani!

di Pierpaolo La Rosa           

Now on air