Attenzione: ecco i cibi d’importazione più contaminati e quindi nocivi per la nostra salute

Un bel mix di additivi, coloranti, tossine, residui chimici… è quanto hanno riscontrato le indagini dell’ Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) in alcuni alimenti d’importazione, molto diffusi sulle nostre tavole. A diffondere i dati è stata la Coldiretti. Ecco i cibi da cui è bene tenersi lontani, rivelati dal sito Greenme.it.

1. Broccoli dalla Cina (irregolarità 92%)

2. Prezzemolo dal Vietnam (irregolarità 78%)

3. Basilico dall'India (irregolarità 60%)

4. Melagrane dall'Egitto (irregolarità 33%)

5. Peperoncino dalla Thailandia (irregolarità 21%)

6. Menta dal Marocco (irregolarità 15%)

7. Meloni e cocomeri dalla Repubblica Dominicana (irregolarità 14%)

8. Fragole dall'Egitto (irregolarità 11%)

9. Piselli dal Kenya (irregolarità 10%)

10. Arance dall'Egitto (irregolarità 5%)

È bene dunque controllare l’etichetta dei prodotti per scoprire la loro zona d’origine e non farsi attrarre dai prezzi spesso molto bassi di questi alimenti. Meglio spendere un po’ di più, ma portare in tavola cibi sani.

Radio Monte Carlo sempre con te

Disponibile su