Il trionfo di Ken Loach al Festival!

Il regista vince la Palma d'Oro con "I, Daniel Blake"

È stato il trionfo, forse a sorpresa, per Ken Loach, che a dieci anni di distanza da "Il vento che accarezza l'erba" vince di nuovo la Palma d'Oro con il duro, durissimo "I, Daniel Blake", una riflessione acuta, illuminata, illuminante sui nuovi poveri, con una strepitosa coppia di protagonisti. Un pugno nello stomaco, da non perdere. Grand Prix al 27enne canadese Xavier Dolan, un talento assoluto, già assiduo frequentatore di Festival che tra lacrime e singhiozzi, sul palco, riceve il riconoscimento per il drammatico, intenso "Juste la fin du monde". Alla regista britannica Andrea Arnold va il premio della Giuria per "American Honey", interessante viaggio on the road negli Stati Uniti.

Gli altri premi

Inspiegabile invece l'ex aequo, per la migliore regia, al rumeno Cristian Mungiu ed al francese Olivier Assayas, con quest'ultimo autore di uno dei film più fischiati dalla stampa, il deludente "Personal Shopper", con la diva Kristen Stewart. Pellicola orribile, con incursioni nel paranormale. Migliore attrice è la superba interprete dell'opera del filippino Brillante Mendoza, migliore attore il protagonista di "Il Cliente", dell'iraniano Ashgar Farhadi che porta a casa pure il premio per la migliore sceneggiatura. Un verdetto con luci ed ombre, quello della Giuria presieduta dal vulcanico George Miller, che non a caso ha parlato di questa esperienza come della più spossante della sua carriera.Tra i giurati anche Vanessa ParadisKirsten Dunst e quella Valeria Golino che ai nostri microfoni ha detto di avere avuto ottimi rapporti con i suoi colleghi. Certo, meritavano di più il delizioso, poetico "Paterson", di Jim Jarmush, e "Julieta", melodramma azzeccato di Pedro Almodóvar. Un Festival che si chiude comunque con un bilancio positivo: diversi film di alto livello in concorso, glamour più sfrenato che mai tra spacchi vertiginosi e trasparenze, red carpet nel segno delle star. E un'idea di fondo: la magia del cinema.

Di Pierpaolo La Rosa 

Radio Monte Carlo sempre con te

Disponibile su