Diana Bancale, la 33enne che viaggia per professione

Diana ha lasciato un posto fisso per seguire la propria passione: ora viaggia per professione

Alzi la mano chi non ha pensato almeno una volta di lasciar perdere tutto e cominciare a viaggiare.

Diana Bancale, 33 anni, l’ha fatto davvero: stufa di sentirsi incastrata in un lavoro che non la gratificava e di aspettare solo il fine settimana o le ferie per partire, ha lasciato un posto con contratto a tempo indeterminato per diventare blogger di viaggi. Ora pubblica recensioni, esperienze e consigli sul suo sito Io viaggio da sola. Il suo nuovo lavoro è viaggiare, e adesso riesce davvero a sentirsi libera.

In un’intervista all’Huffington Post, Diana racconta di aver studiato giornalismo e poi aver fatto una serie di lavori per garantirsi uno stipendio normale, ma di aver sempre sentito che non era il suo posto quello dietro alla scrivania. In ufficio aspettava il venerdì, le ferie estive, le vacanze di Natale e soprattutto la pensione. Mentre ancora lavorava sotto contratto ha aperto un blog nel quale raccontava dei suoi viaggi; alla fine ha deciso di lasciar perdere l’impiego che la opprimeva per dedicarsi alla sua più grande passione: viaggiare. Coi soldi della liquidazione ha pagato un corso di marketing, e nel frattempo il suo blog cresceva, fino a diventare il suo lavoro.

"Ho un fidanzato e delle amiche, dunque non mi mancano i compagni di viaggio, ma preferisco viaggiare da sola: è un modo per mettermi alla prova”, racconta. Al ritorno dai viaggi da sola Diana si sente più forte e indipendente; inoltre non deve rendere conto a nessuno, può scegliere come meglio crede gli itinerari e cambiare idea all’ultimo minuto. Alla domanda se non sia pericoloso per una ragazza viaggiare da sola risponde che basta prendere piccoli accorgimenti, come evitare le zone isolati e vestirsi in modo da non dare nell’occhio.

Un consiglio che si sente di dare a tutti è di seguire sempre i propri sogni, anche se con qualche precauzione. Non seguire i colpi di testa ad esempio, ma essere certi di avere le idee chiare prima di lasciare un posto fisso; investire sempre nella formazione e essere pronti alle difficoltà. All’inizio il suo blog aveva un paio di visite al giorno, non bisogna scoraggiarsi perché all’inizio è difficile. Si raccomanda però di partire solo quando si ha un progetto e, soprattutto, ci si sente pronti. Come fare a sapere di esserlo?

"Capire quando è il momento giusto per farlo è facile: quando la vita fa troppo schifo, e così non può continuare, quello potrebbe essere il momento giusto per cambiare".

 

Foto: Instagram

Now on air