10/01/2019

INVIAGGIOCONDIMAGGIO Medieval lifestyle

In guardia!

il 16 febbraio nel Buhurt Prime si affronteranno i cavalieri del nuovo millennio

Vi segnalo un evento che si svolgerà qui nel Principato il prossimo 16 febbraio. L'idea viene da Pierre Casiraghi che durante il suo matrimonio aveva invitato due squadre di Combattimento Medioevale per animare la festa alla Rocca di Angera ed era stato uno spettacolo molto apprezzato. E così è stato fondato un team a Monaco, e si sta andando avanti con la produzione di armi e armature. Pierre Casiraghi è il capitano-combattente e presidente dell'associazione Monegasca, i Grimaldi Milites. E se ci pensate, il Principato è il luogo perfetto per ospitare un torneo con le 10 migliori squadre d'Europa, una specie di Coppa UEFA del Combattimento Medioevale. Si tratta di un vero sport che si ispira ai tornei medioevali, che erano fatti in tempo di pace per allenare i cavalieri e per intrattenere il pubblico delle corti. Oggi esistono regole uguali in tutto il mondo. Su un terreno di 7 metri per 10 si affrontano team di 5 persone con 3 riserve. I combattimenti in media durano 5 minuti e finiscono quando tutti e 5 i componenti di una squadra sono finiti a terra. Per far finire a terra gli avversari si possono usare varie strategie: colpire forte per far perdere l'equilibrio ai cavalieri, per esempio. Tenete presente che indossano vere armature in metallo e cuoio, con maglia di ferro...insomma con 30 kili addosso non sei agilissimo e se due avversari si accaniscono su di te, finisci a terra e per regola non puoi rialzarti. Io ho provato a indossare un elmo e un solo guanto: l'elmo faceva 6 kili e il guanto sarà stato almeno due. La spada che ho impugnato non tagliava, non era affilata, ma pesava 4 kili! E a momenti mi capottavo da fermo alzandola!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1500

Maurizio DiMaggio

Maurizio DiMaggio

Più che un disc jockey mi sento un marinaio della Musica. Navigo da trent’anni anni sulle onde FM e per spirito di avventura mi spingo inevitabilmente verso nuovi orizzonti musicali. Sono nato nel mese di maggio ad Ivrea, ho iniziato nelle radio private del Piemonte per poi approdare nel 1988 a Monte Carlo, dove ho ormeggiato alla banchina Antoine I. Ho una grande passione per i viaggi, per il mare e per le barche, per i popoli del mondo e le loro culture. Nomade per natura, stanziale il meno possibile. Sono stato animatore su navi da crociera, DJ in mitiche discoteche della Costa Azzurra, presentatore di conventions e moderatore di convegni, creatore di testi pubblicitari, conduttore televisivo, realizzatore di documentari, e anche produttore discografico: insomma da buon marinaio so fare un po’ di tutto, perfino il giornalista specializzato in viaggi e in enogastronomia. In tutti questi campi sono un appassionato, non un esperto. L’Appassionato sa tutto di ciò che gli interessa e quando scopre cose nuove che gli piacciono se ne informa a fondo, manda avanti il cuore. L’Esperto sa tutto di tutto, conosce a fondo la materia, ce l'ha in testa.

Io rimango un appassionato.
A vita...

Calendario dei post