Webradio

RMC Italia

Scarica il widget di RMC
RMC ITALIA

Il made in Italy di qualità trionfa anche on line, sulla web radio dedicata di Radio Monte Carlo.

Il meglio della produzione musicale italiana, nel segno di big come Vasco Rossi, Laura Pausini, Francesco de Gregori, oltre alle hit dei giovani fuoriclasse che stanno aggiornando le più belle pagine della storia della nostra musica, da Tiziano Ferro a Elisa, da Malika Ayane e ai Negramaro.

CARMEN CONSOLI TRACCIA DOPO TRACCIA

L’artista catanese ritorna dopo cinque anni di silenzio, con “L’abitudine di tornare”, un album in cui fotografa la realtà che ci circonda. Dieci brani che raccontano mille vite e storie sofferte di quotidianità, con uno stile che ha tutta la freschezza vibrante e incisiva della Consoli degli esordi

Da lunedì 26 a domenica 1 febbraio ad ogni scoccare dell’ora per 7 giorni, potrete ascoltare aneddoti e curiosità su ogni singola traccia del cd “L’abitudine di tornare”. Scopri tutte le tracce contenute nell’album insieme all’artista, intervistata da Beppe Cuva.

Carmen Consoli

 

 

 

 

 

PREASCOLTO

Nuova musica italiana consigliata da Beppe Cuva

 cop

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TIZIANO FERRO – Incanto

Ecco come Tiziano presenta il nuovo singolo estratto da “TZN – The best of” “è una canzone che celebra l’amore vero, quello fatto di quotidianità, trasparenza, difetti reciproci e stupore. Ho deciso di inserirla in questa raccolta perché mi sembrava una canzone estremamente diversa da tutto ciò che avevo cantato in passato ma al contempo coerente con quella che è da sempre la mia visione della vita e dell’amore.”

 

CESARE CREMONINI – Io e Anna

Musica minimale e testo ricco di sfumature per una canzone che parla in soggettiva di un uomo al confine tra la fine e l’inizio di una lunga storia d’amore. Così Cesare spiega “Io e Anna”: “Cosa succede alle vite dei protagonisti delle canzoni che amiamo, quando la musica finisce? Che fine avranno fatto ad esempio i protagonisti di “Anna e Marco”, il capolavoro di Lucio Dalla che raccontava in modo cinematografico il sentimento e la fragilità di due anime di periferia? Avranno avuto dei figli? Una casa in centro? O si saranno comprati a rate una grande macchina, o solo vissuto la classica crisi di coppia del settimo anno, oppure vagheggiano ancora sotto la stessa luna sognando di fuggire? Queste sono le domande a cui ho cercato di dare risposta, non senza ironia, scrivendo questa canzone. “Io e Anna” parla di loro. Marco è la parte debole, forse più immatura, ma ancora sognatrice. Ad Anna invece improvvisamente manca qualcosa. È l’amara riflessione su una storia che sembrava eterna, ma che si scontra con il cinismo e la freddezza dell’amore ai tempi dei social network e dell’apparire. Io penso che tra gli accordi di questa canzone ci sia la difficoltà tutta del nostro tempo nell’instaurare rapporti a lungo termine”.

 

ENRICO NIGIOTTI – Qualcosa da decidere

Enrico Nigiotti, classe 1987, è un cantautore e chitarrista livornese. «Ogni canzone che scrivo rappresenta una parte di me e sia questo brano sia l’omonimo album che lo contiene ne sono l’esempio – racconta Enrico Nigiotti – cantare il mio pezzo su un palco prestigioso come quello dell’Ariston è per me la realizzazione di un sogno: fare musica».

 

KUTSO – Elisa

“Elisa ” è un gioco musicale che fa il vezzo all’eterno divario tra uomo e donna: lei cerebrale e idealista; lui superficiale e materialista – racconta il cantante Matteo Gabbianelli – è uno swing gioiosamente frenetico con una melodia ariosa, circondata da un muro di chiassose chitarre a supporto di un cantato con picchi vocali al limite dell’epico. Il risultato è un coinvolgente fracasso”. I Kutso uniscono scherzo e provocazione ad un linguaggio musicale gioiosamente frenetico. La loro musica solare e irriverente è il tappeto sonoro di testi segnati da forti dosi di simpatico disfattismo e smielato sarcasmo. I concerti, veri e propri mix esplosivi di nonsense, disperazione, movimenti inconsulti, invettive e travestimenti estemporanei trasportano il pubblico in un’atmosfera surreale e sgangherata.

 

RAKELE – Io non so cos’è l’amore

“Io non lo so cos’è l’amore” è stato scritto insieme a Bungaro, Cesare Chiodo e Giacomo Runco. Bungaro e Chiodo, dopo aver lavorato con le donne più importanti del panorama musicale italiano – quali Laura Pausini, Ornella Vanoni e Fiorella Mannoia – hanno deciso di puntare sul talento di Rakele e dare vita ad un progetto discografico di respiro internazionale, di cui la partecipazione al Festival rappresenta il punto di partenza.