Webradio

RMC Italia

Scarica il widget di RMC
RMC ITALIA

Il made in Italy di qualità trionfa anche on line, sulla web radio dedicata di Radio Monte Carlo.

Il meglio della produzione musicale italiana, nel segno di big come Vasco Rossi, Laura Pausini, Francesco de Gregori, oltre alle hit dei giovani fuoriclasse che stanno aggiornando le più belle pagine della storia della nostra musica, da Tiziano Ferro a Elisa, da Malika Ayane e ai Negramaro.

TRACCIA DOPO TRACCIA

box-txt-mario-venuti

Mario Venuti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PREASCOLTO

Nuova musica italiana consigliata da Beppe Cuva

Vasco

 

 

 

 

 

 

 

VASCO ROSSI – Come vorrei

Dopo “Cambia-menti”, dopo “Dannate nuvole” che hanno inaugurato il nuovo corso di Vasco Rossi arriva “Come vorrei”, il nuovo singolo scelto per svelare un’ altra delle molteplici facce del suo nuovo album “Sono Inncocente”.

Secondo Vasco: “La canzone giusta oggi per me e per i miei fan, di questo momento.”

“Come vorrei” è una ballata doc, firmata Tullio Ferro – Vasco Rossi, inossidabile connubio da “La noia” , “Vita spericolata” a oggi.

Vasco in una delle sue interpretazioni più intense e penetranti. E’ come se te la sussurrasse all’orecchio e… tutto il mondo fuori.

Tolti momentaneamente i panni dell’eroe invulnerabile sul palco, Vasco mette a fuoco le sue riflessioni e tramuta in canzoni i suoi appunti di viaggio annotati in questi ultimi 5/6 anni, artisticamente si riallaccia al discorso iniziato con “Il mondo che vorrei” e approfondito con l’album “Vivere o niente”, di tre anni fa.

Ancora e per sempre provoCKautore, riprende il filo dei suoi pensieri con la forza di “Come vorrei” , una ballata intima che, come spesso accade nelle sue migliori canzoni, si presta a una doppia lettura.

E’ il Vasco di oggi, meno illusioni più consapevolezze, meno certezze e più domande ma ancora tanta curiosità di comprendere se vale la pena …sì!

 

LUCA CARBONI – E io ci sto

40 anni tondi da “Ingresso libero”, il primo album di Rino Gaetano, quello dove si faticò non poco nel convincerlo a usare il proprio nome e cognome mettendo da parte la rassicurante maschera di anonimato e timidezza che lo pseudonimo Kammamuri’s gli garantiva. L’anniversario era dunque importante, e importante è questo doppio cd dalle due anime e personalità distinte. Il primo ( 17 brani ) è quello che meglio risponde al titolo “Solo con io”: si tratta infatti di un classico best of dove oltre ai grandi successi (che da almeno quattro generazioni non sono più solo suoi ma di tutta questa Italia che lui chiamava “Aida”), fanno la loro apprezzata comparsa alcuni tra i cosiddetti “figli di una ispirazione minore” da tempo invece ampiamente riconsiderati e rivalutati come “Fabbricando case”, “Sandro trasportando” e la stessa “Solo con io” che probabilmente è la sintesi più efficace della sua stessa personalità. Il secondo invece (18 brani) è quello che per brevità si definisce un tribute album e che non nasce come progetto discografico pensato solo allo scopo di rendere omaggio al suo talento, alla sua contemporaneità, ovvero al valore di canzoni che ancora oggi colgono l’uomo nel suo profondo malessere sociale ed esistenziale, al di là dei contesti storici. Questo album si potrebbe dire che si è assemblato da solo, nel senso che mette finalmente insieme una bella squadra di artisti che pur in diversi contesti non hanno mai fatto mistero della stima, dell’amore e della riconoscenza sincera portati a Rino. Ed ecco subito LUCA CARBONI, che con la sua personale ed energica versione di “E IO CI STO” recupera quello smalto “rock” che la canzone aveva già in origine: arrivano poi, Gianluca Grignani ( “Mio fratello è figlio unico” con la voce di Rino dalla traccia originale ), Giusy Ferreri ( “Ma il cielo è sempre più blu”), Simone Cristicchi (“Le beatitudini” ), Roberto Vecchioni e la PFM (rispettivamente con “Io scriverò” e “E cantava le canzoni”, ancora con la voce di Rino) e una strepitosa versione del brano “E io ci sto”(“DanceAndLove Remix”). Non poteva poi mancare chi nella vita ha scelto, in una sorta di “missione” cui tutti siamo grati, di portare in giro sui palchi di tutta Italia e non solo le sue canzoni: stiamo naturalmente parlando dei musicisti della Rino Gaetano Band, il nipote Alessandro Gaetano , qui in una bella versione di “Supponiamo un amore” con Diana Tejera, Marco Morandi che amoreggia con “Sfiorivano le viole” e Federico D’Angeli, terzo solista del gruppo, con quella toccante canzone che è “Escluso il cane”. Completano il tutto una assortita rappresentanza di rarities tra demo e versioni in spagnolo (da non perdere “Corta El Rollo Ya”, ovvero “Nuntereggaepiù”), oltre a scritti di Vincenzo Mollica,da sempre sostenitore e fan di Rino, un disegno ad opera dello stesso giornalista, una inedita testimonianza del regista Ferzan Ozpetek, che nel suo film “Allacciare le cinture di sicurezza” aveva utilizzato con maestria, facendo emozionare il pubblico, il brano cantato da Rino, “A mano a mano” (scritto da Riccardo Cocciante), e un ricordo di Michele Mondella, il suo primo ufficio stampa e ammiratore presso la IT di Vincenzo Micocci, l’etichetta romana che lo lanciò.

 

GIORGIA – La mia stanza

Il brano è stato scritto da Giorgia e Michele Canova (anche produttore dell’album insieme a Giorgia) . Giorgia commenta così il brano: ‘Questo pezzo è fatto per ballare, ballare nel senso più puro e liberatorio massima espressione del corpo e del rapporto col proprio corpo, poi è il ritratto di un’/un adolescente o forse non solo adolescente, che nella sua stanza diventa una star e dà sfogo alla sua libertà alla sua forma con l’emozione.’

 

ALESSANDRA AMOROSO – L’hai dedicato a me

Una dedica speciale dell’artista a tutti i fan che festeggiano con lei le oltre 50 settimane ininterrotte in classifica dell’album ‘Amore Puro’ e la recente certificazione del Disco di Platino per il singolo omonimo. ‘L’hai dedicato a me’ racconta la capacità di rialzarsi dalle delusioni, senza però abbandonare mai il ricordo e la speranza che il tempo possa riportare tutto com’era “Guarderò passare il tempo, mi godrò ogni momento, e se cambierai in fondo resterò sempre convinta che l’hai dedicato in segreto a me”, cita il testo.

 

TIZIANO FERRO – Senza scappare mai più

Ecco il nuovo attesissimo singolo estratto da TZN - THE BEST OF TIZIANO FERRO.

L’inedito – registrato a Los Angeles – esce a tre anni di distanza da “L’AMORE È UNA COSA SEMPLICE”, l’album che ha conquistato otto dischi di platino.

In TZN - THE BEST OF TIZIANO FERRO inediti, tutti i più grandi successi, rarità e duetti. La storia di Tiziano Ferro, uno dei modi possibili di raccontarla. Una storia dedicata a tutti coloro che l’hanno vissuta e condivisa.