5 curiosità su Scarface, il film culto di Brian De Palma con Al Pacino

Il film uscì nelle sale statunitensi il 9 dicembre 1983, esattamente 35 anni fa. E forse rivivrà grazie a un remake dei fratelli Coen.

Il 9 dicembre 1983, esattamente 35 anni fa, usciva nelle sale statunitensi “Scarface”, il celeberrimo film cult di Brian De Palma con Al Pacino (in Italia uscì solo il 20 aprile 1984). Sceneggiato da Oliver Stone si tratta ancora oggi di uno dei più riusciti film gangster di sempre che ha regalato un personaggio (e un'interpretazione) straordinario, quello di Tony Montana, esule cubano che divenne il boss della droga di Miami.

Amato da critica e pubblico, “Scarface” ebbe un successo clamoroso ma sono tante le curiosità che lo riguardano. Sapevate ad esempio che la censura voleva limitare la creatività artistica di De Palma? In occasione dell’anniversario dell’uscita nelle sale ecco 5 curiosità su “Scarface”.


1. La censura

Il film ha un linguaggio forte e scene estremamente violente, ragion per cui la censura lo vietò ai minori di 18 anni. De Palma allora cercò di fare alcuni tagli ma l’organo di censura non cambiò valutazione. Irritato dall’atteggiamento dei censori il regista non aveva intenzione di snaturare ulteriormente il proprio film e cercò la complicità di alcuni giornalisti che iniziarono a parlare della questione. Venne quindi organizzato un arbitrato perché i produttori di “Scarface” sostenevano che il film fosse contro la droga e si affidarono a psichiatri e poliziotti per avvalorare la loro tesi. La giuria diede ragione ai produttori e così il film fu vietato solo ai minori di 14 anni.


2. La scena della motosega

Lo sceneggiatore Oliver Stone aveva intenzione di scrivere qualcosa di profondamente realistico. Per tale ragione andò spesso a Miami per collaborare con le forze dell’ordine, ex criminali e la DEA per prendere ispirazione da veri fatti di cronaca. La scena dove il corpo dell’ex amico di Tony Montana viene fatto a pezzi con una motosega ad esempio è realmente avvenuta.


3. Le parolacce

“Scarface” è inserito nella singolare classifica dei film più scurrili di sempre. Nella versione originale la parola “fuck” con le sue varie declinazioni viene ripetuta per ben 229 volte, un vero e proprio record per l’epoca. Nella versione doppiata in italiano però c’è stata una notevole opera di censura e la parolaccia viene ripetuta solo 25 volte. Nella classifica dei film più scurrili di sempre vi sono anche “Pulp Fiction”, “Quei bravi ragazzi”, “Le iene”, “Il grande Lebowski” e “The Wolf of Wall Street”.


4. La colonna sonora remixata

Fu Giorgio Moroder a firmare la colonna sonora di “Scarcace” e per celebrare i 30 anni dall’uscita della pellicola il compositore fece un originale remix del “Tony’s Theme”.


5. Si farà il remake?

Si parla da tanto tempo di un eventuale remake di “Scarface”. Nel 2011 si voleva fare una sceneggiatura ispirata a Tony Montana e riadattata ai giorni nostri. È venuto fuori anche il nome di Pablo Larraìn ma nulla è accaduto. Ora sembra che il progetto sia stato affidato ai fratelli Coen e alcuni rumors parlano di Diego Luna come attore principale.

Now on air