Freddie Mercury: ecco perché non volle mai farsi sistemare i denti

Freddie Mercury aveva ben 4 incisivi in più, ma non volle mai rivolgersi a un dentista. Ed eccoil motivo...

Aveva una bocca ben affollata, Freddie Mercury: ben quattro incisivi in più rispetto le dentature consuete. Ma quello che poteva essere un disagio, da correggere con un'operazione del dentista, per Mercury era un plus.

«Quattro denti in più significa più spazio nella mia bocca e una maggiore portata vocale», aveva infatti pronunciato orgoglioso il musicista, quando gli era stato proposto di sistermare i denti. A rivelare questo aneddoto, il film "Bohemian Rhapsody", dedicato alla storia dei Queen dalla formazione al Live Aid del 1985.

I denti di Mercury impressionarono immediatamente Brian May e Roger Taylor nel momento del loro primo incontro. May e Taylor chiesero a Freddie di operarsi alla bocca, ma quest'ultimo rifiutò decisamente. D'altronde, la poderosa voce di Mercury convinse subito il resto della band ad accettarlo nel gruppo.

Secondo Rudi Dolezal, che ha documentato in molti video la vita del cantante, «Freddie Mercury aveva paura che cambiando i suoi denti sarebbe cambiato anche il suono della sua voce... Era molto più preoccupato della sua voce piuttosto che del suo aspetto e questo la dice lunga sul tipo di persona che fosse».

Pare proprio che i quattro incisivi in più avessero donato a Mercury il suo timbro inconfondibile. Freddie non amava l'aspetto della sua dentatura (pare si coprissse la bocca durante le interviste video), ma non voleva certo cambiare la sua intonazione unica. Al punto che persino Rami Malek, che interpreta Mercury in "Bohemian Rhapsody", ha voluto come ricordo uno stampo d'oro del calco dentario che ha utilizzato in scena.

Now on air