Il mio amico Arnold: è scomparsa Charlotte Rae, tata di Arnold nel celebre telefilm

Era diventata celebre interpretando la signora Garrett, governante di casa nel telefilm di successo "Il mio amico Arnold"

Era l'interprete di una delle governanti più celebri della televisione: la signora Garrett, protagonista de "Il mio amico Arnold", andato in onda dalla fine degli Anni Settanta fino al 1986. Charlotte Rae Lubotsky è scomparsa domenica 5 agosto, a Los Angels, all'età di 92 anni. 

Charlotte Rae era nota anche per la sitcom "L'albero delle mele", che dovrebbe tornare sugli schermi in una nuova versione prodotta da Leonardo DiCaprio e Jessica Biel.

A dare però grande fama alla Rae era stato proprio "Il mio amico Arnold", versione italiana della serie della NBC "Diff’rent Strokes". "Il mio amico Arnold" ebbe un clamoroso successo di pubblico, ma fu anche un telefilm "maledetto". Molti dei suoi interpreti infatti andarono incontro a un destino tragico.

La storia raccontava le vicende del miliardario Philip Drummond, della figlia adolescente Kimberly e di Arnold e Willis, due fratellini afro-americani che erano stati adottati dopo aver perso la mamma. A conquistare gli spettatori era stato soprattutto il piccolo Arnold, con le sue espressioni buffe e la sua tipica frase: «Che cavolo stai dicendo, Willis?». Nel cast c'era anche Janet Jackson.

Gary Coleman, che interpretava Arnold, aveva delle disfunzioni renali che lo bloccarono per sempre a un'altezza di un metro e trenta centimetri. Da piccolo, citò in giudizio i suoi genitori, che gli avevano sottratto i proventi della sua attività di attore. Fu arrestato due volte (per aver investito volontariamente una persona in un parcheggio e per presunte violenze domestiche) e morì nel 2010 dopo una caduta in casa.

Todd Bridges, che interpretava Willis, il fratello di Arnold, da adolescente diventò tossicodipendente e fu arrestato per tentato omicidio di uno spacciatore. Nuovamente arrestato qualche anno dopo, andò in riabilitazione e non tornò mai più alla sua promettente carriera d'attore.

Dana Plato era Kimberly Drummond, la sorellina adottiva dei due ragazzi. Rimasta incinta a sedici anni, fu costretta ad abbandonare la serie. Posò nuda per Playboy e si diede ai film porno. Fu arrestata per rapina a mano armata in un video-noleggio e in seguito per contraffazione di una ricetta per il Valium. È morta di overdose a 34 anni in una roulotte.  

 

   

 

 

 

 

 
 

 

 
 

Now on air