WEB RADIO

Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Italia
 
RMC 90
 
RMC Hits
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Zucchero
 
Radio Bau & Co
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Coldplay
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC 80
 
Radio Kay Kay
 
RMC Great Artists
 
rmc
 
RMC Marine
 
Music Star Pino Daniele
 
MC2
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Duets
 
Radio Festival
 
RMC New Classics
 
RMC Love Songs
 
Music Star Giorgia
 

In Giappone la birra è di tutti i colori, ma senza coloranti!

Ad Abashiri si producono birre con alghe, erbe e fiori, con il risultato di avere inedite colorazioni. C'è anche la birra con acqua di iceberg.

La varietà di birre nel mondo è incredibile: si tratta di una bevanda di antica origine e secondo alcune stime sono circa 2.500 le sue diverse qualità. In Giappone però, ad Abashiri, si trovano delle birre molto particolari. Sono infatti ottenute da alghe, erbe e fiori di Hokkaido e hanno la particolarità di essere coloratissime: verde, rosa, nero, rosso vivo, azzurro.

Queste variopinte birre sono prive di coloranti, come fanno sapere i produttori. Per crearle vengono scelte solo materie prime raccolte nel Parco Nazionale della penisola di Shiretoko, dove gli inverni sono particolarmente rigidi. Una delle birre più apprezzate, almeno in zona, è la Blue Beer, una birra che prende la sua caratteristica colorazione blu grazie ad un'alga coltivata ad Abashiri. L'alga non solo offre l'inedita colore, ma modifica l'aroma e il sapore finale del prodotto, che si avvale anche di purissima acqua ottenuta dallo scioglimento di iceberg. Tra le più vendute spicca la birra turchese Ryuhyo, anch'essa prodotta con acqua di iceberg, mentre la palma della birra più curiosa va senza dubbio a quella addizionata con latte, la Beer-mILK.

Chi le ha assaggiate ha riferito che non si tratta delle birre più buone del mondo, ma di sicuro delle più strane.