WEB RADIO

RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Hits
 
Radio Festival
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Coldplay
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Giorgia
 
RMC 90
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Marine
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC New Classics
 
RMC Great Artists
 
MC2
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC 80
 
Music Star Pino Daniele
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Bau & Co
 
rmc
 
RMC Duets
 
RMC Love Songs
 
RMC Italia
 

Oscar 2017: la gaffe di "La La Land", la gioia dei premiati e il ballo in platea tra le star

Guarda il video con tutti i momenti indimenticabili degli Oscar 2017: la gaffe di "La La Land", la premiazione e l'entusiasmo in platea tra balli e risate

Gli Oscar 2017 nel segno della gaffe di "La La Land"

Domenica 26 febbraio si è svolta al Dolby Theatre di Los Angeles la cerimonia di consegna degli Oscar 2017, che sarà ricordata anche per l'incredibile gaffe legata alla proclamazione del miglior film. Una busta sbagliata consegnata a Warren Beatty, che doveva proclamare il vincitore, aveva fatto sì che l'Oscar per il miglior film fosse stato erroneamente attribuito a "La La Land" invece che all'effettivo premiato, "Moonlight". Piccolo caos sul palco, dove i produttori di "La La Land" avevano iniziato il loro discorso di ringraziamento, mentre Berry Jenkins, regista di "Moonlight", mostrava il biglietto corretto che assegna al film da lui dirette il premio principale.

I vincitori

Dopo aver fatto chiarezza sull'accaduto, la cerimonia è proseguita con le altre proclamazioni e gli show di Justin Timberlake, Sting e John Legend. "La La Land" si aggiudica sei statuette (miglior attrice protagonista a Emma Stone, miglior regia a Damien Chazelle, miglior fotografia, miglior sceneggiatura, miglior colonna sonora, miglior canzone originale) sulle 14 nomination ottenute. Casey Affleck è miglior attore protagonista ("Manchester By The Sea"), nella categoria attori non protagonisti riconoscimenti a Viola Davis ("Barriere") e Mahershala Ali ("Moonlight"). Miglior film straniero è "Il cliente" del regista iraniano Asghar Farhadi, che non era presente in sala come protesta contro il bando di Trump verso i cittadini provenienti da alcuni Paesi considerati a rischio terrorismo.