B. B. King: omaggio al grande chitarrista

B. B. King, considerato il più grande chitarrista di tutti tempi, è scomparso il 14 maggio 2015. Vi facciamo vedere una sua memorabile esibizione al Montreux Festival

E' stato uno dei più grandi musicisti della storia, è anzi considerato (dal magazine Rolling Stone) il miglior chitarrista di tutti i tempi. Nato con il nome di Riley B. King a Itta Bena, il 16 settembre 1925, si è spento a Las Vegas il 14 maggio 2015.

B. B. King è ormai un'icona musicale, insieme alla sua celebre chitarra, una Gibson ES-335 custom, che aveva battezzato Lucille.

Ma sapere il perché di questo nome? Tutto risale ai tempi in cui King era ancora un giovane e squattrinato musicista, che suonava per vivere in locali approssimativi. Era una notte d'inverno del 1949, in Arkansas. B. B. King si stava esibendo in una stanza scaldata da un recipiente in cui bruciava kerosene. Una lite tra due avventori fece sì che il kerosene si rovesciasse sul pavimento, mandando in fiamme il locale in legno. Tutti fuggirono terrorizzati, anche il musicista, che però si accorse di aver lasciato dentro al sua chitarra, una Gibson L-30, di scarso valore, ma suo unico mezzo per vivere. L'artista si lanciò così tra le fiamme, recuperando la chitarra e salvandosi a stento. Il giorno dopo, si seppe che il litigio era avvenuto a causa di una ragazza, Lucille. E da allora B. B. King chiamò sempre così le sue chitarre. E perfino la Gibson, quando decise di omaggiarlo creando una chitarra in suo onore, la battezzò Lucille... 

Guarda B. B. King eseguire "The Thrill Is Gone" live al Montreux Jazz Festival nel 1993. 

Now on air