03/08/2016

INVIAGGIOCONDIMAGGIO attualità da Montecarlo

Nuovo record!

Quanto tempo si impiega ad andare a motore da MonteCarlo a Venezia?

La risposta è stata data il 12 luglio scorso: 22 ore 13 minuti e 17 secondi, fermandosi a metà percorso per fare il pieno. Il nuovo record sulla tratta Monaco-Roccella Jonica-Lido di Venezia è stato stabilito da FB60, un 18 metri, progettato per operazioni di salvataggio e controllo in mare, equipaggiato con 2 motori MTU da 1600 hp) prodotto dal cantiere nautico FB Design. A bordo un equipaggio di 4 persone capitanato dall’imprenditore Fabio Buzzi. L’FB60 è riuscito ad abbassare il primato di 7 minuti e 35 secondi, con una media di 52.3 nodi, pari a 97 km/h.
Ma le imbarcazioni partite lunedì 11 luglio alle 10 del mattino dal porto di Monaco erano due: oltre all’FB60 sullo stesso percorso e nello stesso giorno, c’era un altro scafo FB Design, il piccolo FB 32, pilotato da Roberto Rizzo e Vincenzo Tota, motorizzato con 2 italianissimi VM da 350 hp, che è arrivato a Venezia dopo 32 ore 46 minuti e 15 secondi, stabilendo il nuovo record nella classe minore fino a 9 metri, con una media di 35.26 nodi e cioè 65.38 km/h.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1500

Maurizio DiMaggio

Maurizio DiMaggio

Più che un disc jockey mi sento un marinaio della Musica. Navigo da trent’anni anni sulle onde FM e per spirito di avventura mi spingo inevitabilmente verso nuovi orizzonti musicali. Sono nato nel mese di maggio ad Ivrea, ho iniziato nelle radio private del Piemonte per poi approdare nel 1988 a Monte Carlo, dove ho ormeggiato alla banchina Antoine I. Ho una grande passione per i viaggi, per il mare e per le barche, per i popoli del mondo e le loro culture. Nomade per natura, stanziale il meno possibile. Sono stato animatore su navi da crociera, DJ in mitiche discoteche della Costa Azzurra, presentatore di conventions e moderatore di convegni, creatore di testi pubblicitari, conduttore televisivo, realizzatore di documentari, e anche produttore discografico: insomma da buon marinaio so fare un po’ di tutto, perfino il giornalista specializzato in viaggi e in enogastronomia. In tutti questi campi sono un appassionato, non un esperto. L’Appassionato sa tutto di ciò che gli interessa e quando scopre cose nuove che gli piacciono se ne informa a fondo, manda avanti il cuore. L’Esperto sa tutto di tutto, conosce a fondo la materia, ce l'ha in testa.

Io rimango un appassionato.
A vita...

Calendario dei post