Emmy 2018: i vincitori

La cerimonia dedicata al meglio della tv ha premiato, tra gli altri, "Il trono di spade", "La fantastica signora Maisel" e Harry Winkler. E c'è stato anche un commovente momento romantico...

Nella notte tra lunedì 17 e martedì 18 settembre al Microsoft Theatre di Los Angeles si è svolta la cerimonia di consegna degli Emmy Awards, i premi più importanti dedicati alla televisione. Gli Emmy sono assegnati da una giuria di attori, registi e altri professionisti del settore.


L’Emmy per la miglior serie drammatica è stato assegnato a "Il trono di spade", che ha ottenuto anche un secondo riconoscimento per l’interpretazione di Peter Dinklage come attore non protagonista. Il premio è stato apprezzato anche e soprattutto dai fan che la serie è riuscita a coinvolgere in tutto il mondo.
La serie che ha ottenuto il maggior numero di premi è stata "La fantastica signora Maisel" con cinque Emmy, tra i quali quello per miglior serie comedy e migliore attrice protagonista con Rachel Brosnahan.


"The Crown", serie Netflix di grande successo, è stata premiata per la regia di uno dei suoi episodi (“Pater familias”), e Claire Foy ha ottenuto un Emmy come miglior attrice protagonista per la sua interpretazione della regina Elisabetta II.


Il premio al miglior varietà/sketch è stato assegnato al "Saturday Night Live", mentre tre Emmy sono stati assegnati ad "American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace", compreso quello come miglior miniserie.


Glen Weiss, premiato come migliore regista per uno speciale varietà con la diretta degli Oscar, si è fatto notare chiedendo in diretta alla sua compagna Jan Svendsen di sposarlo
La Svendsen, visibilmente sorpresa, ha raggiunto Weiss sul palco e ha accettato la proposta.
I fan hanno seguito la proposta con entusiasmo, soprattutto su Twitter con l’hashtag #Emmys. Tra i tanti tweet: «Glen Weiss ha appena fatto la storia degli #Emmys, portando a casa sia un premio che una fidanzata!».

Now on air