Google celebra George Méliès, padre degli effetti speciali

Il famoso motore di ricerca ha voluto omaggiare il regista con una versione 360° interattiva del proprio logo, reso innovativo proprio come è stata la produzione di Méliès.

Conosciuto come il secondo padre del cinema, dopo i fratelli Lumière, George Méliès è l’inventore della regia cinematografica e l’inventore degli effetti speciali nel cinema. Primo regista ad utilizzare l'esposizione multipla, la dissolvenza e il colore dipinto a mano direttamente sulla pellicola, è anche conosciuto per aver scoperto nel 1896 il trucco della sostituzione, tecnica che consiste nel fermare le riprese, togliere alcuni oggetti dal campo visivo e successivamente far ripartire le riprese, per far sembrare che gli oggetti nel campo «svaniscano magicamente». 

In collaborazione con i team di Spotlight Stories, Arts & Culture e della Cinémathèque Française, oggi Google ha creato un doodle, una versione 360° interattiva del suo logo, appositamente per omaggiare l’artista.

Tramite il doodle, il famoso motore di ricerca ha voluto celebrare «la vita e la produzione artistica di George Méliés, illusionista e regista francese» e il suo cortometraggio «Alla conquista del polo!», uscito proprio il 3 maggio del 1912, proprio perché, secondo Google, «Il contributo di Méliès alla settima arte è stato rivoluzionario».

Grazie al suo sostegno per lo sviluppo e l’affermazione dell’arte del cinema, la figura di Méliès è ricordata e commemorata ancora oggi.

Il romanzo del 2007 «La straordinaria invenzione di Hugo Cabret» di Brian Selznick e, successivamente, il film «Hugo Cabret» diretto da Martin Scorsese vedono proprio Méliès come protagonista: abbandonata l'attività cinematografica proprio a seguito dello scoppio della guerra e del conseguente mutare delle esigenze del pubblico, George è diventato un venditore di giocattoli.

Now on air