Cannes tra bulli e pupe


Principesse (nel film di Bertrand Tavernier) e gangster (nella pellicola di Takeshi Kitano: al festival arrivano le opere dei maestyri del cinema