Max Gazzè racconta traccia dopo il suo nuovo album

Max Gazzè racconta traccia dopo il suo nuovo album

È un progetto davvero originale, tutto da scoprire, questo “Maximilian”, nuova fatica del cantautore romano, anticipato dal fortunato, ironico singolo “La vita com’è”. L’artista lo presenta con queste parole: «Stavo sperimentando nuovi strumenti e creando suoni diversi. Poi mi è apparso “Maximilian”, un uomo né del passato né del futuro, ma di un presente diverso, di un’altra dimensione. Il nuovo disco doveva essere un progetto sperimentale, poi sono arrivate le canzoni. Mi piace molto così com’è, un quadro con tanti colori, eterogeneo».

Le dieci canzoni affrontano diversi aspetti della vita (gli amori perduti, le storie apparentemente finite, l’affannarsi quotidiano di noi tutti, l’attualità) e nascono «da un processo un po’ particolare», ricorda l’artista «Maximilian, infatti, doveva essere uno pseudonimo con cui fare un album di musica sperimentale, dato che da svariati decenni mi diverto a utilizzare sintetizzatori, software e apparecchi fisici che modificano le forme d’onda». Poi il progetto ha preso una piega diversa e adesso è proprio Gazzè in persona a raccontarcene traccia dopo traccia tutti gli aneddoti e i dettagli più curiosi, in un appuntamento imperdibile a cura del conduttore Beppe Cuva. Ascoltalo in podcast

1- La vita com'è
2 - Mille volte ancora
3- Un uomo diverso
4 - Sul fiume
5- Nulla
6- Ti sembra normale
7 - Disordine d'aprile
8 - In breve
9 - Teresa
10 - Verso un altro immenso cielo

Now on air